LUMEZZANE – Il Rugby Lumezzane si rifà subito contro Bergamo

0

Rugby Lumezzane-Rugby Bergamo 39-15

Rugby Lumezzane: 15 Masgoutiere, 11 Piccini, 13 Scaramella, 12 Zaffino, 14 Raza, 10 Locatelli, 9 Cudicio, 8 Cuello, 7 G. Cropelli, 6 Leone, 5 A. Cropelli, 4 Montini, 3 Peveroni, 2 Cairo, 1 Larosa.
A disposizione: 16 Cerri, 17 Qyra, 18 Bugatti, 19 Saleri, 20 Pagliarini, 21 Zubani, 22 Bianchetti.

Rugby Bergamo: 15 Vallino, 14 Minetti, 13 Spini, 12 Spreafico, 11 Salvini, 10 Sileo, 9 Valtorta, 8 Facchinetti, 7 Gallaniga, 6 Lo Giudice, 5 Travaglione, 4 Farina, 3 Ambrosi, 2 Pellotta, 1 Guariglia.
A disposizione: 27 Facchetti, 18 Violante, 16 Linesi, 21 Rota, 22 Lucido, 20 Tavolaro, 23 Cattaneo.

Primo tempo:
3′ meta lume n 11 , nt
12′ cartellino giallo lume n 14
22′ meta bergamo n 6, nt
28′ meta lume n 2 , nt
40′ c.p bergamo n 10

Secondo tempo:
4′ meta lume n 14, nt
8′ meta lume n 3 , trasf 12
15′ meta lume n 12, trasf 12
21′ meta lume n 14, nt
33′ meta bergamo n 13, trasf 10
39′ meta lume n 8 nt

rugby-lumezzane-presentazione-squadra-2012-2013Dopo la sconfitta subita contro il Rugby Botticino, il Rugby Lumezzane deve rifarsi nella partita che lo vede avversario del Rugby Bergamo. Nella due settimane precedenti, i RossoBlu non si sono potuti allenare come sempre, a causa delle condizioni climatiche avverse. Per questo motivo hanno svolto la preparazione in palestra, e solo venerdì sono tornati in campo per provare nuovi schemi e cambi di ruolo. Prima della partita, a rendere tutto più complicato ci si è messo un angolo del campo di Rossaghe, il quale è risultato instabile, rendendo così il terreno di gioco inagibile. Il match viene quindi spostato al campo del Tartaglia. I ragazzi del Lumezzane, già nelle fasi di riscaldamento pre-gara, sono sembrati molto concentrati e determinati, sicuramente perché all’andata il Bergamo si era dimostrato una squadra preparata e forte.

La partita inizia bene: sui primi punti d’incontro, i RossoBlu non subiscono come era successo all’andata, ma anzi hanno diverse occasioni per marcare, non tutte portate a buon fine. Nel secondo tempo le cosa vanno ancora meglio: la linea mediana mette a frutto il rodaggio della prima frazione di gioco, soprattutto con gli innesti di giocatori freschi, sia in attacco, sia in difesa, in modo da non permettere agli avversari di riaprire l’incontro. Contento il Coach Pasotti: “Mi auguro che domenica prossima, a Mantova, si prosegua in questa direzione, migliorando ancora tutte quelle cose che possono essere migliorate”.