LOVERE – Santa Maria in Valvendra verso un nuovo look entro il 2014

0

La Basilica di Santa Maria in Valvendra a Lovere, dove scorre l’omonimo torrente, venne edificata nel 1400, per volere di ricche famiglie del paese. La struttura è caratterizzata da tre navate, con la principale sormontata da una volte a botte e divisa dalle altre due laterali con una serie di colonne.

Santa Maria LovereAll’interno si possono ammirare le celebri ante d’organo con l’Annunciazione dipinta da Floriano Ferramola e Santi Faustino e Giovita a cavallo di Alessandro Bonvicino detto il Moretto, già nella cattedrale di Brescia, opere di Gian Paolo Cavagna, Domenico Carpinoni e la pala d’altare con l’Assunzione di Tommaso Bona, sculture in legno e in marmo della bottega dei Fantoni.
Per la valorizzazione del patrimonio storico e artistico di Lovere, la basilica sarà ristrutturata e restaurata, con una serie di lavori, divisi in 11 lotti, che termineranno nell’aprile 2014, donando alla Basilica una nuova vita.

Tra gli interventi saranno restaurati gli affreschi delle cappelle, la pala d’altare di Gian Giacomo Barbemi, gli affreschi di Andrea da Manerbio, le opere di Ferramola e Moretto, le statue e sculture in legno e le 14 stazioni della Via Crucis.

Durante i lavori le funzioni liturgiche saranno sospese e saranno celebrate nella chiesa di San Giorgio.

Il finanziamento è giunto dal bando del Consiglio dei Ministri per la ripartizione dell’8 per mille dell’Irpef 2010, pari all’80% di quanto richiesto.
Altri aiuti sono giunti dal Comune, 74mila euro, dalla Fondazione di S. Maria in Valvendra e 250mila euro dalla Fondazione Cariplo.