GARDA – “Guerra” in acqua: liberato busto Duce

0

Continua la guerra politica sui fondali del Garda, all’altezza di Torri del Banco: oggetto del contendere un busto sommerso del Duce. Un piccolo Balilla è stato posizionato nel 2011 e, poi, nel 2012 un busto di Mussolini, ma il primo poco dopo è scomparso. A farlo scomparire sono stati un gruppo di sub partigiani, mentre il busto, per scongiurare rischi, è stato inchiodato al fondale dai neri.

Nei giorni scorsi, tuttavia, sub anonimi hanno sfregiato il viso del Duce e l’hanno incatenato al collo con grosse catene da nave. È quindi partita l’operazione di liberazione della X Mas subacquea: a testimoniare la liberazione del busto anche un messaggio comparso a un passo dalle acque del lago di Garda. I sub annunciano che “seppur ferito al volto da mano vigliacca, una volta liberato dai ferrei vincoli, il Duce ha rifiutato di essere portato in superficie. Egli – continua il messaggio – incurante di futuri pericoli e dei rischi incombenti ha voluto rimanere al proprio posto a testimonianza di quella che è stata e sarà la più audace, la più originale e la più mediterranea ed europea delle idee”.