E se Federer, Nadal e Djokovic fossero dei grossi felini?

2

Questa settimana ho guardato i due tornei che vedevano impegnati i big del tennis: il torneo di Acapulco, dove era impegnato il redivivo Nadal, e quello di Dubai, con i primi due giocatori del mondo Djokovic e Federer.

imVincitori dei rispettivi tornei sono stati: Nadal, che ha battuto in finale il connazionale Ferrer, con un sonoro 6-0, 6-2, e Novak Djokovic, consolidando così il primato nella classifica mondiale. Re Roger ha dovuto invece arrendersi, in semifinale, al ceco Berdych, dopo una prestazione non convincente. Dopo aver visto i match di questi tre campioni, mi sono rilassato guardando  un documentario sui grossi felini che vivono in Africa e Asia, e nell’ammirare queste splendide creature e nell’apprendere il loro carattere e caratteristiche, all’improvviso e spontaneamente, ho fatto uno strano, ma simpatico, collegamento con i tennisti che avevo appena visto. Sembrava che la descrizione di alcuni felini calzasse a pennello per Djokovic, Nadal e Federer, e così ho trovato la corrispondenza per ciascuno.

Nadal  è sicuramente la Tigre: feroce, possente e robusta, possiede una grande forza fisica, capace di farla sopravvivere in diverse condizioni ambientali e climatiche, stessa cosa del maiorchino, il quale ha dimostrato di poter vincere su qualsiasi tipo di superficie di gioco. La Tigre ha una resistenza formidabile, che le fa percorrere lunghissimi tratti per raggiungere il proprio obbiettivo, il ché ricorda molto la tenacia di Nadal, nei suoi match, per conquistare la vittoria. Federer altro non può essere che il Leone: il re degli animali, come appunto re Roger nel tennis, ha una forte regalità nelle movenze, eleganze e fierezza nell’atteggiamento. Il grande felino, durante la giornata, passa molto tempo a riposarsi, ma all’occorrenza può attivarsi in qualsiasi momento, così come il campione svizzero nel corso di un incontro, quando all’improvviso alza il suo livello di gioco. Inoltre, come Federer sta aspettando il suo erede, anche il Leone capobranco aspetta un maschio più giovane che riesca a spodestarlo.

Infine, Djokovic è il Leopardo: agilissimo, coraggioso, resistente e scaltro, si adatta benissimo a tutti gli habitat, così come il tennista serbo sul terreno di gioco, chiunque sia il suo avversario. Il Leopardo però si deve guardare dal Leone in Africa e dalla Tigre in Asia, la stessa cosa deve fare Djokovic quando incontra Federer sull’erba e Nadal sulla terra. Tornando alle cose concrete, oggi inizia l’importante torneo di Indian Wells, in California, nel quale i tre tennisti-felini sono impegnati.

Il Leopardo Nole Djokovic vuole vincere per dimostrare che è il giocatore più in forma del momento; la Tigre Nadal deve verificare le sue condizioni sul cemento, in quanto ha giocato solamente sulla terra battuta, dopo essere rientrato dal pesante infortunio; mentre Re Leone Federer ha come obbiettivo di chiudere in bellezza, prima di fare una pausa e dedicarsi per circa un mese alla sua famiglia, per poi rientrare al torneo di Madrid a maggio. Non mi resta che augurare buon tennis a tutti.

2 Commenti

  1. Bellissimo articolo complimenti!!
    Condivido pienamente il simpatico collegamento… ;)

  2. Era da un sacco di tempo che non leggevo un cosi’ bell’articolo!
    Complimenti…..veramente!

Comments are closed.