BRESCIA – La carica dei “1000 con la chitarra” in piazza Loggia

0

Che vestito indosserebbe una città se fosse conquistata da mille giovani con una chitarra in mano? E, anziché in marcia, riuniti a cantare a “squarcia gola” una canzone che tutti ben conoscono? L’invito è rivolto a tutti gli appassionati e “strimpellatori” di chitarra ad incontrarsi una domenica di marzo a Brescia. Sarà possibile riunire mille e più chitarristi? L’associazione “Giovanni Paolo Maggini” organizza un tributo alla simpatia con l’evento “1000 chitarre in piazza”. Il 17 marzo in piazza della Loggia a Brescia dalle 16, 1000 chitarristi diretti dai musicisti Isaia Mori e Antonio D’Alessandro suoneranno e intoneranno “la canzone del sole” di Lucio Battisti, “Gianna” di Rino Gaetano e “l’inno corpo sciolto” di Roberto Benigni.

ChitarreNella città delle “Mille Miglia” i mille protagonisti non saranno piloti e roboanti bolidi dei tempi passati, ma giovani, simpatizzanti e aspiranti musicisti, chitarristi che “a tempo” cercheranno di vincere il Guinness, se pur simbolico, della simpatia, partecipazione, solidarietà e amicizia. Il “World Guitar Guinness Record” risulta di 7.273 partecipanti: l’ organizzazione de “1000 chitarristi in piazza” in Italia risulta essere un evento di notevole impatto. Si vuole dunque predisporre le condizioni che possano permettere in futuro di organizzare un’evento per vincere il Guinnes superando il record raggiunto in precedenza. L’iniziativa si rivolgerà ai cittadini di Brescia e tutta la provincia comprese quelle confinanti. Ci saranno giovani, appassionati di musica, musicisti professionisti e dilettanti, scolaresche, allievi delle scuole di musiche del territorio e volontari delle associazioni “no profit”.

L’evento nasce da un’ idea del musicista Isaia Mori e prevede l’esibizione di sole tre canzoni che hanno in comune la facile esecuzione, la loro notorietà e gli stessi accordi sulla chitarra per la loro semplice realizzazione collettiva. Attraverso i canali web e dei social network, prima senza alcuna importanza e piano piano poi sempre in maniera più convinta Isaia Mori lancia l’idea d’incontrare un “migliaio” di amici in una delle più belle piazze della città di Brescia, quella della Loggia. Un’indagine poi di Antonio D’Alessandro che interviene per organizzare l’evento e curare nel dettaglio le varie procedure per realizzare il tutto nei migliori dei modi, porta a scoprire che raramente un numero significativo di persone si riunisce nello stesso instante e luogo per suonare una canzone.

Si viene così a scoprire che nel 2005 alcune centinaia di persone si sono riunite in una piazza per eseguire un canto della pace e che in precedenza è stato vinto il “Word Guinnes Guitar”, con il raggiungimento di poco più di 7.000 persone che suonavano la chitarra. Si prevede di accedere alla piazza con un autocarro, precisamente una “Ape Piaggio” che trasporterà l’impianto audio grazie al quale gli organizzatori potranno dettare le direttive per eseguire i tre brani. Nel frattempo saranno allestiti alcuni banchetti per la vendita di magliette al prezzo di 5 euro per autofinanziare l’evento. Si approfitterà a dar spazio ad alcune organizzazioni “no profit”, varie forme di volontariato e associazioni che organizzano corsi di musica per pubblicizzare la propria attività. L’iniziativa è rivolta soprattutto ai giovani che possano riscoprire alcuni luoghi della città e individuarli come ambienti formativi e luoghi d’incontro. L’evento non abbraccia nessuna causa politica, gli organizzatori si pongono l’obiettivo di vincere semplicemente il “Guinnes della simpatia!”.