DESENZANO – Allevamento abusivo di cani: “sigilli” al terreno e denuncia

0

È successo a Desenzano del Garda, in località Calvata: venti cani da caccia erano abusivamente allevati e abbaiavano a tutte le ore del giorno e della notte.

Desenzano canileIl proprietario del terreno in cui gli animali erano tenuti, un uomo di Padenghe, lo scorso 18 gennaio ha visto porre i sigilli al proprio appezzamento: così ha disposto l’ordinanza adottata dal Gip di Brescia dopo che la procura, per circa un anno, ha indagato sulla vicenda, ricorrendo al uso di fonometri. Nessun maltrattamento agli animali, ma il Comando di Desenzano ha riscontrato il superamento dei limiti di legge in quanto ad emissioni acustiche, oltre alla mancanza delle autorizzazioni necessarie per allevare cani.

Nel frattempo, gli animali sono ospitati dal canile comunale e il proprietario è stato denunciato per il reato di disturbo alla quiete pubblica – numerose erano infatti state le segnalazioni in tal senso da parte di persone residenti nelle zone limitrofe – e per abuso edilizio. “Con questo provvedimento” – ha detto l’assessore all’Ecologia e Ambiente Maurizio Maffi – è stata risolta una situazione che da tempo provocava disagio a numerose famiglie, che in più occasioni, anche pubblicamente, mi avevano sottoposto il problema. Un particolare ringraziamento va alla nostra Polizia Locale, che ha agito autonomamente è l’unica della provincia abilitata all’uso del fonometro”.