APRICA – Benedetti gli alimenti, stasera esplode “Sunà da Mars”

0

E’ stata piena di gente la cerimonia di benedizione ieri sera ad Aprica dopo la messa, degli ingredienti base per la preparazione del mach. Con questa, stasera si comunicheranno in Piazza del Palabione, al termine del “Sunà da Mars 2013”, la fragorosa manifestazione dei campanacci, tutti i partecipanti ai cortei.

Suna da mars ApricaDopo le parole del sindaco Carla Cioccarelli, che ha una volta di più invitato all’unione e alla concordia in questi tempi non facili, Don Augusto ha benedetto quelli che ha chiamato “elementi primordiali dell’amica natura, creazione di Dio”, a cominciare dall’acqua. C’è stato, infine, il passaggio del campanaccio simbolo dalle mani del rappresentante di contrada Liscidini a quelle del delegato di contrada Santa Maria, che lo custodirà per un anno, fino alla prossima edizione della tradizione.

Stasera, da ognuna delle sei contrade Liscedo, Liscidini, Santa Maria, Mavigna, Dosso e San Pietro, ci sarà la partenza dei cortei con alla testa i rispettivi gonfaloni portati dalle donne in costume affiancate dai bambini e, subito dietro, le falangi degli scampanatori maschi, a loro volta seguiti da scampanatori vari in bell’ordine, anche turisti. Tutti entreranno prima in piazza Mario Negri scultore (davanti al Comune) e poi in Piazza del Palabione. Ce n’è da fare, perché la neve è tanta e quest’anno all’Aprica sarà difficile che l’erba spunti presto. Il tutto partirà alle 20,30.