LONATO – Montagna di terra nel piazzale della stazione: parte lo sgombero

0

Numerose sono state le polemiche e le proteste dei cittadini, che da troppo tempo – quasi un anno – vedono un cumulo di terra nel piazzale  della stazione ferroviaria, che ha causato la chiusura di una delle strade di accesso, la copertura dei tronchi di alcuni alberi siti in quell’ambiente, oltre a numerosi altri disagi. Stanchi della situazione, invocano un intervento da parte dell’amministrazione finalizzato alla rimozione del terreno.

Lonato stazione
La stazione di Lonato del Garda

L’assessore all’Ambiente Nicola Bianchi ha ricordato che verso la fine di ottobre l’ufficio tecnico del Comune aveva domandato alla direzione lavori del cantiere la rimozione della massa di terra. La risposta era stata una promessa di rimozione nell’arco di una trentina di giorni: una parte della terra sarebbe stata portata in discarica, un altra sarebbe stata utilizzata per colmare i vuoi dell’adiacente sottopassaggio. Una promessa da marinai, visto che a metà dicembre tutto era ancora esattamente come prima.

La questione era quindi approdata in Giunta comunale: il sindaco Mario Bocchio aveva chiesto formalmente che il terreno venisse rimosso entro e non oltre il 10 gennaio 2013, anche perchè poco dopo ci sarebbe stata la 55esima Fiera regionale del commercio, dell’artigianato e della zootecnia, appuntamento che ogni anno attira a Lonato del Garda numerosissimi visitatori.

Siamo ormai a febbraio e quel cumulo di terra è ancora lì: nei giorni scorsi, però, un escavatore è stato collocato nella zona. L’assessore Bianchi, supportato dai cittadini, confida in un esito positivo della vicenda in tempi relativamente brevi.