APRICA – Thomas Martini e Corinna Ghirardi vincono la Stralunata

0

L’ottava edizione della “Stralunata – Cronoscalata” dell’Aprica, la gara di scialpinismo su pista in notturna della località orobica, è andata in scena con successo ieri sera, sabato 23 febbraio, sotto una leggera nevicata. Partita dalla base della Magnolta e arrivata alla Carègia del Palabione, la competizione ha visto in gara oltre 200 atleti delle diverse categorie.

Podio Stralunata ApricaDopo la partenza in linea dalla zona Funivia Magnolta (1.210 metri), gli skialper hanno affrontato la salita iniziale lungo la pista nera della Magnolta, attraversando in seguito verso la pista B del Palabione, salendo lungo la stessa fino a Malga Palabione e poi alla Carègia (1.920 metri). Qui stop alla gara, al contrario del programma che prevedeva il passaggio lungo la Gran Via del Gallo (skiway di congiungimento tra le due skiaree) e l’arrivo al Rifugio Malga Magnolta.

Vincitore assoluto, col tempo di 23′ 56″, è risultato Thomas Martini. Secondo Matteo Bignotti a circa 20″ e terzo Marino Zanetti a circa 30″. Ottimo quarto, a meno di un minuto, la stella aprichese Alessandro Cioccarelli. Tra le donne ha prevalso Corinna Ghirardi in 31′ 18″. Seconda Michela Benzoni (vincitrice di una “Sentiero 4 Luglio Skymarathon” nel lontano 2001) a poco più di un minuto e terza Stéphanie Frigière a meno di un minuto e mezzo. Bene la giovane locale Martina Moraschinelli, seconda di categoria. Ha fatto onore alla manifestazione nel corso dell’intera cerimonia di premiazione al Palazzetto dello Sport, il sindaco diAprica e presidente del Bim Carla Cioccarelli.

Lei ha parlato delle principali iniziative sportive aprichesi della prossima estate, invitando la platea degli scialpinisti (che notoriamente praticano quasi sempre ad alto livello anche altri sport) a partecipare: la Granfondo Giordana del 23 giugno, la tappa della “Tour Transalp” del 27 giugno, il doppio campionato italiano di “Corsa Orientamento” del 7 e 8 settembre. Cioccarelli ha anche anticipato il compimento di due opere molto attese, come la realizzazione del persorso per mtb Veneròcolo-Magnolta in alta quota sulla Val Belviso e la ricostruzione del Rifugio Valtellina. Infine, ha rivendicato la maternità dell’iniziativa promozionale di questi giorni sulle reti tv Mediaset, puntualizzando che i costi sono coperti interamente dai fondi del Bim che riscuote i canoni di sfruttamento delle acque. Tra gli sponsor che hanno contribuito alla manifestazione, specie con materiali, c’era anche la Salumi Beretta.

GIO F
Michela Bertolini – 49′ 25.5″ (SC Valtartano);
Martina Moraschinelli – 54′ 22.9″;
Giulia Brangi – 1h 05′ 21.7″ (Pisgana Skialp).

GIO M
Francesco Leoni – 29′ 37.9″ (Pol. Albosaggia);
Alessandro Calabrini – 30′ 27.7″ (Pol. Albosaggia);
Francesco Della Vedova – 32′ 24.8″ (Pol. Albosaggia);

RAD F
Corinna Ghirardi – 31′ 18.7″;
Michela Benzoni – 32′ 23.8″;
Stéphanie Frigière – 32′ 43.1″ (SC Valtartano);

RAD M
Thomas Martini – 23′ 56.0″ (Brenta Team);
Matteo Bignotti – 24′ 16.6″ (SC Alta Valtellina);
Marino Zanetti – 24′ 25.4″ (Sportiva palù Poschiavo);
Alessandro Cioccarelli – 24′ 49.2″ (Pol. Albosaggia);