BRESCIA – Redditest e Redditometro

0

L’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione un software come strumento di autodiagnosi ai fini del redditometro, il c.d. “Redditest” ed ha confermato che il risultato dell’applicazione non influisce né sull’accertamento sintetico né sul criterio di selezione dei controlli.

Il “nuovo redditometro” tiene conto di oltre 100 voci di spesa effettivamente sostenute nel periodo di imposta, si basa su dati certi (spese sostenute) e situazioni di fatto anche in relazione alla composizione del nucleo familiare del contribuente e all’area territoriale di appartenenza.

Al contribuente è data facoltà di difendersi fornendo la “prova contraria”.

Il nuovo sistema di accertamento si applica a partire dal periodo di imposta 2009 e successivi, mentre per i periodi di imposta fino al 2008 continuano ad applicarsi le previgenti disposizioni. L’Amministrazione Finanziaria può emettere accertamento sintetico se il reddito determinato sinteticamente ecceda almeno di un quinto quello dichiarato anche solo per un periodo di imposta con l’obbligo di invitare il contribuente al contraddittorio e, successivamente, di avviare il procedimento di accertamento con adesione.