BRESCIA – Furti in case e cantieri, arrestate sei persone. Uno ha 14 anni

0

Sono stati intensificati i controlli sul territorio da parte dei carabinieri di Brescia per contrastare i reati predatori. In questo ambito, lunedì scorso a Castenedolo i militari della stazione locale hanno arrestato per furto aggravato in una casa P. J., 14enne nato a Castelfranco Veneto, ma residente proprio nel paese della bassa bresciana. Il ragazzo, dopo aver forzato la finestra del bagno, si è Arresti Bs1introdotto in una casa di via dei Santi portando via vestiti, orologi e oggetti d’oro per un valore di 4 mila euro, allontanandosi a piedi e venendo bloccato da una pattuglia a poca distanza dal luogo del furto. La refurtiva è stata restituita ai proprietari e il giovane arrestato e portato al centro di prima accoglienza minorile di Milano.

Arresti Bs2Ieri pomeriggio, invece, alle 14 i carabinieri di Roncadelle hanno fermato per furto aggravato N. L., romena di 41 anni residente a Pianengo, nel cremonese, coniugata, nullafacente e pregiudicata. La donna era nella “Decathlon” e dopo aver eluso il sistema antitaccheggio, ha portato via vestiti per un valore di 60 euro, venendo poi bloccata dagli addetti alla vigilanza insieme ai militari poi arrivati sul posto. La refurtiva è stata recuperata e restituita. La donna è stata trattenuta nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo.

Arresti Bs3Ieri sera alle 21 i militari dell’aliquota Radiomobile hanno arrestato in flagranza per furto aggravato G. E., albanese di 42 anni residente a Brescia, coniugato, disoccupato, pregiudicato e in regola con il permesso di soggiorno. L’uomo, dopo aver divelto il cancello d’ingresso, si è introdotto in un cantiere edile a Brescia in via Cerca, rubando materiale ferroso di vario tipo e venendo poi sorpreso e bloccato dai militari mentre caricava il materiale a bordo del suo furgone poi sequestrato. La refurtiva, per un valore di circa 1.000 euro, è stata restituita al titolare della ditta. L’arrestato è stato mandato in casa ai domiciliari.

Stamattina, invece, alle 5 i militari dell’aliquota Radiomobile hanno fermato in flagrante per furto aggravato tre disoccupati pregiudicati: F. B., 26enne nato a Siderno, nel reggino, ma residente a Villachiara, B. B. 32enne nato a Locri e residente a Marina di Gioiosa Jonica e F. B. 48enne nato a Locri (RC) e anche lui residente a Marina di Gioiosa Jonica. I tre, dopo aver divelto la cancellata, sono entrati in un cantiere edile a Brescia in via del Carso, portando via tubi per ponteggi, venendo sorpresi e bloccati dai militari mentre caricavano il materiale a bordo di furgone di proprietà del 48enne, poi sequestrato. La refurtiva recuperata, per un valore di circa 2.000 euro, è stata restituita. Gli arrestati sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo.