MONTICHIARI – 2.700 beagle restano ai padroni

2

Il ricorso in cassazione contro il mantenimento del sequestro probatorio sui 2.700 beagle è stato ritirato. La Marshall proprietaria dell’allevamento di Green Hill di Montichiari rinuncia a riavere indietro i cani ormai affidati alle famiglie.

L’udienza di domani prevista in cassazione sarà dunque solo un passaggio formale. A rendere note queste informazioni è la Lav (Lega Antivivisezione) che ora chiede «il processo per punire i responsabili e chiudere l’allevamento della morte. Siamo felici – spiega l’associazione animalista -. Questa nuova tappa della vicenda giudiziaria conferma la validità del sequestro probatorio dei beagle di Green Hill disposto dalla Procura della Repubblica di Brescia. Ora si faccia il processo per punire i responsabili e chiudere definitivamente l’allevamento della morte».

Secondo la Lav, «questa ritirata fa supporre che ad una nuova valutazione del caso, la ditta abbia finalmente capito che non aveva alcuna possibilità di vincere e fa ben sperare per il buon esito della vicenda giudiziaria».  Gli oltre 2.600 beagle affidati a famiglie sotto custodia giudiziaria, osserva l’associazione,«possono continuare a dormire sonni tranquilli», e anche i loro padroni.

2 Commenti

  1. La felicità per la conclusione di questa triste storia è tanta!!!
    Non ci sono parole appropiate per ringraziare nel modo migliore tutte
    le persone che si sono prodigate perchè questo succedesse.
    GRAZIE GRAZIE GRAZIE a tutti

Comments are closed.