BRESCIA – Standard per impianti energetici rinnovabili

0

La Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome ha definitivamente approvato, così come previsto dal D.lgs 28/2011, lo “Standard formativo per l’attività di installazione e manutenzione straordinaria di impianti energetici alimentati da energie rinnovabili (FER)” con il quale si disciplina l’attività formativa obbligatoria prevista dall’art. 15 del già citato D.lgs 28/2011.

In pratica, dal 1 agosto 2013, i Responsabili Tecnici di cui alle lettere a) e b) dell’art. 4 del DM 37/08 (laureati e diplomati con due anni di inserimento in azienda abilitata) verranno qualificati automaticamente, mentre per i soggetti che possiedono la lettera c) la qualificazione di installatore e di manutentore straordinario di impianti FER si acquisisce a seguito di un periodo di formazione (80 ore) e il superamento di un esame.

Per tutte le lett. a), b) e c) è comunque previsto l’obbligo di seguire un corso d’aggiornamento (16 ore ogni 3 anni) per “mantenere” la qualifica ottenuta.

Rimane ancora irrisolto il problema relativo alla possibilità, per i Responsabili Tecnici di cui alla lettera d) dell’art. 4 del DM 37/08, di potersi qualificare; una vera e propria assurdità giuridica che lede chiaramente il principio di libera concorrenza.

Confartigianato intraprenderà tutte le azioni necessarie affinché anche ai Responsabili Tecnici di cui alla lettera d) ed al comma 2 dell’art. 4 sia data la possibilità di qualificazione”.

Scarica il documento sugli standard formativi