CASTEL MELLA – L’ex sindaco attacca la Giunta: “Fermi sulle opere”

0

“Le opere pubbliche non ce le possiamo permettere” con queste parole, il sindaco Franzini di Castel Mella si difende dalle accuse dell’ex sindaco Aliprandi, oggi all’opposizione.

sindaco FranziniNon c’è pace per il sindaco Franzini, in questi giorni infatti, le polemiche contro la Giunta del Comune della Bassa sono state pesanti e diverse. A portarle avanti è innanzi tutto l’ex sindaco leghista Aliprandi “l’amministrazione Franzini sul piano delle opere pubbliche è totalmente immobile. Bilancio alla mano – continua Aliprandi – nel 2012, oltre ovviamente alle spese correnti, ci sono 34mila euro di rata per l’impianto fotovoltaico (che abbiamo fatto noi); 18 mila euro per l’acquisto di un’auto della Polizia locale, 23mila per la manutenzione della scuola dell’infanzia. Per un comune come Castel Mella questi investimenti sono veramente nulla”.

Inoltre, l’ex sindaco sottolinea come alcune delle opere compiute dall’attuale amministrazione, fossero già state iniziate dalla precedente, come il recupero dei fontanili e il progetto della Casa di riposo, attualmente fermo. Aliprandi continua parlando anche della costruzione di un ponte sul Mella, per collegare via Bergomi alla zona industriale di Brescia, ponte che in campagna elettorale era stato promesso ma non è ancora stato realizzato, così come il trasferimento dell’Asl nel centro cittadino del paese.

Fanzini si difende spiegando che questi stop ai lavori non sono dovuta alla non volontà, ma alla mancanza di fondi “facciamo i salti mortali per far quadrare i conti e per continuare a offrire e migliorare i servizi per i nostri cittadini – spiega Fanzini – per ora, più di questo non è possibile fare. Appena le casse ce lo permetteranno apriremo i cantieri”. Cantieri che nella volontà del sindaco sarebbero numerosi, come la creazione di una nuova e più grande Biblioteca comunale, di una Casa delle associazioni e di spazi per gli studenti.