MONTICHIARI – Green Hill: in attesa della sentenza

0

Più di duemila persone si sono raccolte, su invito di Animal Amnesty, in una fiaccolata per tenere alta l’attenzione sulla questione Green Hill. Sabato pomeriggio, a Montichiari sono arrivate persone da tutta Italia, per dimostrare che per gli attivisti la questione non è ancora chiusa.

Infatti, è attesa nei prossimi giorni la sentenza riguardo al ricordo presentato dai proprietari del canile, che hanno contestato il sequestro della struttura, atto che ha consentito l’affido di oltre 2.500 cani beagle. Sentenza che, ancora prima di essere emessa fa moltissimo discutere, infatti se il verdetto fosse favorevole, ci sarebbero alcune questioni scottanti da affrontare.

Innanzi tutto, se ne uscisse vincitrice, Green Hill potrebbe teoricamente chiedere la restituzione dei cani, cosa che comporterebbe uno scontro con gli attuali affidatari, che si dichiarano risoluti nel non voler restituire gli animali. Inoltre eventuale restituzione sarebbe poco utile per l’azienda, dato che i cani, una volta usciti dal canile non possono più essere utili per la sperimentazione. Quindi, questa ipotesi, sembra poco probabile, mentre è decisamente più reale la possibilità che Green Hill, se la sentenza dovesse essere favorevola, chieda un risarcimento per il danno subito.

Mentre la sentenza dovrebbe arrivare in settimana, martedì prossimo si terrà anche il processo agli attivisti che il 28 aprile dello scorso anno avevano liberato circa 60 cani.