GARDA – Omicidio di Fortaleza, sul Garda è caccia al mandante

0

Due minorenni, due ragazzini brasiliani, complici del delitto hanno accusato Massimiliano Tosoni, 28enne ex assicuratore di Montichiari poi trasferitosi a Calvagese della Riviera, che a loro dire avrebbe compiuto il duplice delitto nel residence ‘Flat’ di Fortalenza. Il bresciano è già noto alle forze dell’ordine, avendo numerosi precedenti penali da rapinatore. I due ragazzini erano in stanza con lui nel complesso turistico brasiliano e lo hanno descritto come il mandante dell’omicidio di Andrea Macchelli, un imprenditore turistico di origine modenese, e di Hedley Lincoln Dos Santos, un cambiavalute brasiliano di 25 anni.

Secondo le prime ricostruzioni, il duplice delitto sembrerebbe essere legato a questioni di natura economica: Tosoni potrebbe aver chiesto a Macchelli di cambiargli della valuta, probabilmente con l’intento di truffare l’imprenditore che, infatti, non si era presentato da solo all’appuntamento, ma accompagnato dal 25enne carioca, esperto in finanza.

Massimiliano Tosoni
Massimiliano Tosoni, ricercato dalle forze dell’ordine per il duplice omicidio

Il 48enne modenese, da vent’anni in Brasile, aveva affittato nei giorni precedenti a Tosoni la camera 1008 del suo residence, e all’appuntamento con Tosoni, si era presentato con il 25enne, figlio di un ufficiale della polizia militare per cambiare 20mila euro con 44 mila reais. Probabilmente qualcosa è andato storto: forse l’imprenditore ed il cambiavalute hanno scoperto l’intento truffaldino del bresciano, assieme al quale sono spariti anche i soldi del cambio ed uno dei tre minorenni che lo avevano accompagnato sul posto.

Quel che è certo è che un testimone ha visto Tosoni uscire dalla sua stanza del residence con una valigia – forse quella contenente il denaro – e con i tre ragazzini brasiliani. Il quartetto è poi fuggito ad alta velocità con una Toyota rubata, che è stata poco dopo coinvolta in un incidente: la polizia è riuscita a bloccare due dei tre minorenni, mentre gli altri sue sono fuggiti, svanendo nel nulla.

Massimiliano Tosoni, conosciuto sulle spiagge di Fortaleza come ‘Max l’italiano’, è ora ricercato in tutto il Paese e in modo particolare sul Garda bresciano. Lì, infatti, l’uomo aveva messo a segno colpi in sette banche, che nel 2006 gli erano costati un arresto ed un breve periodo di detenzione, giacché nel 2009 era già in libertà ed aveva ripreso l’attività di rapinatore, mettendo a segno diversi colpi.

Trovarlo non sarà semplice, giacché il 28enne sa come muoversi ed è abile nel camuffare documenti, ma le forze dell’ordine faranno del loro meglio per condurlo davanti ad un giudice.