COCCAGLIO – Dall’Oglio al Tonale, un plastico in scala nella sede del Cai

0

Si tratta di una serie di pannelli di 40 cm di lato, che da qualche tempo fanno il giro di scuole.
Un’iniziativa rivolta ai giovani, si tratta di un plastico, grande quanto una stanza.

La valle dell’Oglio, il passo del Tonale, il Lago d’Iseo, le valli bresciane e cremonesi, le montagne, i fiumi, l’Adamello e i vari rilievi, sono i protagonisti dell’opera compiuta da un pensionato, Francesco Cominardi, che ha intrapreso questa opera con grande passione.CA3PQ1BTCAMDE2F0CADDOT14CAB9YL0QCA5T2SY7CA5IM6UWCAV2XZTFCALPYGZSCAPM7EWSCAFNDAVYCAT1W28ECAGB1IPECAVQ6FGTCAQQQDYACAHFD56UCA2TIWBVCABAKR52CAGUXBRW

Il lavoro è iniziato quando ha smesso di lavorare, il suo scopo è portare la natura, l’ambiente e il verde del nostro territorio nelle scuole e tra i giovani.

Ha già presentato il suo plastico in varie scuole, smontandolo e rimontandolo.
La sua realizzazione si trova in una stanza nella sede del Cai di Boccaglio, perché è proprio questa la dimensione che occupa, una stanza, un plastico perfettamente in scala che raffigura le valli e  i rilievi del nostro territorio, dalle valli ai fiumi, dai centri abitati alle catene montuose.

Per il momento ha concluso il tratto da Borno alla Franciacorta, prevede di terminare il suo lavoro entro fine anno, di colpetare il suo plastico completamente in occasione del 150esimo anniversario della fondazione del Club Alpino Italiano.