CHIARI – “Statua Clarum”, ordinamenti civili del XV in un volume

0

Domani, alle 17.30, al Salone Marchetti di Chiari, verrà presentato il volume “Statuta et Ordinationes Clararum”.

chiariIl testo è stato tradotto dal gruppo di lavoro della Fondazione Morcelli Repossi dal codice manoscritto latino redatto dal notaio Lodovico Zola tra il 1512 ed il 1560 su trascrizione del documento originale del 1429 andato perduto. Gli Statuta rappresentano la prima raccolta di ordinamenti civili, penali ed annonari che normavano, all’epoca della contea di Chiari nel XV secolo, la vita degli abitanti entro la cerchia muraria e nelle cassinae di ambito rurale.

Il comitato scientifico che ha curato la traduzione e trascrizione delle 90 carte e 544 capitoli in cui si articolano gli Statuta Clararum è composto dai prof. Lucio Rapetti, Ione Belotti, Olga Capoferri, Monia Casaletti, Luciano Cinquini, Mino Facchetti, Beppe Fogliata, Ornella Gazzoli, Enrica Gobbi, Camilla Gualina, Cesare Massetti, Lucrezia Mezzadri, Patrizia Ruggeri, Teresa Torielli, Beppe Vavassori.

Alla presentazione interverranno il Sindaco Senatore Sandro Mazzatorta, il Vicesindaco ed assessore alla Cultura ing. Luca Seneci, il prof. Mino Facchetti della Commissione per il 150° di Chiari Città, la prof.ssa Ione Belotti Presidente della Fondazione Morcelli Repossi ed i prof. Lucio Rapetti ed Ornella Gazzoli del gruppo di lavoro sugli Statuta.

La pubblicazione degli Statuta et Ordinationes Clararum è promossa dall’assessorato alla Cultura nell’ambito delle iniziative per il 150° di Chiari Città 1862-2012.