VESTONE – Con il Cai una domenica tra ciaspole e sci d’alpinismo

0

La sottosezione CAI di Vestone organizza, domenica 17 febbraio 2013, un’escursione a Cima Costabella e Catena del Baldo (m. 2060) con le ciaspole e con gli sci d’alpinismo.

dd

La partenza è fissata per le ore 6:30 dal Piazzale della “Birreria“ di Vestone, e il trasferimento a Prada Alta avverrà con mezzi propri.

Qui, sopra Torri del Benaco, si lascerà l’automobile e, attraverso una stradina che costeggia gli impianti di risalita, ci si porterà sopra le ultime case. Si arriverà, percorrendo prati e una stretta e ripida valletta, al primo troncone della funivia. Continuando, si passerà dal rifugio Cornetto, a quota 1804m, e poi dal rifugio Chierego, a 1911m, per arrivare poco sopra, su una larga cresta, dove si potrà godere di un fantastico panorama su lago, sulla pianura e sugli Appennini. Il ritorno avverrà ripercorrendo la stessa via di salita.

L’attrezzatura richiesta consiste in sci da scialpinismo e, per la vetta, ramponi e piccozza. Obbligatorio è l’uso dell’ARTVA, pala e sonda.

In sintesi: difficoltà: BS; dislivello: 800 m; 1*Rif. 1050 m. punto max; tempo risalita: 5/6 ore circa.

Gli accompagnatori, ai quali rivolgersi anche in caso di richiesta d’informazioni, sono  Imerio Gabusi (3405696387) e Francesco Ferremi (3341415733).

E ora facciamo luce su questo aspetto: qual è la scala di valutazione delle difficoltà, nello sci d’alpinismo?

Il primo sistema di valutazione delle difficoltà scialpinistiche, risale alla fine degli anni ‘40: esso fu introdotto dal francese Gérard Blachère, ingegnere. Frequentava abitualmente l’Oisans, dove ha realizzato diverse prime ascensioni con sua moglie.

La Scala “Blachère”è tuttora utilizzata nella quasi totalità delle guide di itinerari in Italia, mentre non viene quasi più utilizzata nelle nuove guide Francesi e Svizzere né nei siti internet esteri del settore, che fanno invece riferimento alla Scala Alpina.

Il sistema Blachère è molto semplice: consiste in tre abbreviazioni principali e una abbreviazione complementare.

MS: Medio Sciatore (in origine SM: Skieur Moyen); è in grado di curvare su pendenze medie inferiori a 25°. Teme il ripido e i passaggi stretti.

BS: Buon Sciatore (BS: Bon Skieur). Padronanza tecnica su terreno ripido fino a  40° e nei canali stretti.

OS: Ottimo Sciatore (TBS: Très Bon Skieur). Si può anche trovare ES : Excellent Skieur

A: Alpinista. L’aggiunta di questa lettera indica un itinerario con difficoltà di carattere alpinistico per le quali lo sciatore deve conoscere l’utilizzo della corda, della piccozza o dei ramponi: attraversamento di ghiacciai, crepacci, tratti di arrampicata, pendii ripidi, lunghezza dell’itinerario, cornici, etc.). Si divide così:

MSA: Medio Sciatore Alpinista (SAM : Skieur Alpiniste Moyen)

BSA: Buon Sciatore Alpinista (BSA : Bon Skieur Alpiniste)

OSA: Ottimo Sciatore Alpinista (TBSA : Très Bon Skieur Alpiniste)