SALÒ – Due minori salodiani sono stati arrestati per tentata rapina

0

È successo lo scorso venerdì 8 febbraio in tarda serata, attorno alle 23.30: i militari della Stazione locale dei Carabinieri, nell’ambito di un servizio coordinato disposto dal Comando Legione dei Carabinieri Lombardia di Milano, hanno arrestato per il reato di tentata rapina in concorso due minorenni salodiani, uno di 16 ed uno di 17 anni.
Attorno alle 22.30, i due giovani hanno fatto irruzione nell’esercizio commerciale ‘Doner Kebab’, sito in largo Dante Alighieri, e, dopo aver malmenato il titolare, hanno cercato di spaccare il registratore di cassa al fine di asportare il denaro in esso contenuto. Una persona di passaggio, accortasi dell’evento, ha tempestivamente segnalato l’accaduto alla centrale operativa ed ha prestato soccorso al titolare aggredito, riuscendo a mettere in fuga i due ragazzi.

Salò rapina
Due minori in manette a Salò

Il tempestivo intervento delle forze dell’ordine ha consentito di rintracciare i due in un vincolo del centro storico di Salò, dove sono stati tratti in arresto. I due ragazzi hanno alle spalle situazioni di disagio familiare, in particolare sono entrambi seguiti dai servizi minorili dell’amministrazione della giustizia. Uno dei due ha il padre detenuto in carcere a Bergamo, condannato nel 2010 a 5 anni di reclusione per una serie di rapine, mentre la madre risulta segnalata quale presunta assuntrice di sostanze stupefacenti o psicotrope. Uno dei due minori, già in tenera età, era inoltre stato segnalato al Tribunale dei Minori per un danneggiamento e furto in un’abitazione.

Una volta arrestati, i due ragazzi sono stati tradotti presso i relativi domicili e nei loro confronti è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora. L’autorità giudiziaria competente ha infatti convalidato l’arresto e sussistendo a loro carico gravi indizi di colpevolezza, oltre ad esigenze di natura cautelare, ha disposto l’obbligo della permanenza in casa dalle ore 20 alle ore 6.30 fino al 10 aprile, nonché il divieto assoluto di frequentare esercizi commerciali che somministrano bevande alcoliche e l’obbligo di frequentare regolarmente e con impegno la scuola. Entrambi sono stati affidati ai servizi minorili dell’amministrazione della giustizia per attività di sostegno e di controllo.