BRESCIA – Cassazione: documenti sui contributi

0

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 5137 del 1° febbraio 2013, ha ribadito che tra le prove documentali atte a dimostrare l’avvenuto versamento delle retribuzioni ai dipendenti e quindi l’obbligo, per il datore di lavoro, al versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali di competenza dei lavoratori, sono inclusi anche i modelli trasmessi dal datore di lavoro all’INPS, come il modello DM10.

Nel caso in specie, in una causa per omesso versamento delle ritenute previdenziali ed assistenziali, la Suprema Corte ha ritenuto inammissibile il ricorso del datore di lavoro, affermando che i modelli alla stregua del DM10 costituiscono prova dell’effettiva corresponsione delle retribuzioni e, quindi, prova dell’insorgenza dell’obbligo datoriale a versare i contributi e i premi di competenza dei lavoratori.