FRANCIACORTA – Terra della Franciacorta: un progetto per il territorio

0

“Obiettivi comuni vuole dire identità. Collaborare per avere un’unica visione strategica è fondamentale per lo sviluppo della nostra area. Si ragiona in termini di territorio”. Con queste parole, il sindaco di Paderno Antonio Vivenzi, parla del nuovo progetto per lo sviluppo del territorio della Franciacorta.
Turismo, servizi e investimenti, queste sono le tre parole chiave del nuovo piano realizzato e pensato dal consorzio dei 18 Comuni.
franciacortaL’idea è di allargarsi e inglobare anche Castegnato, Palazzolo e Ospitaletto.

“Terra della Franciacorta”, l’associazione il cui presidente è Antonio Vivenzi, ha proposto alla Provincia un unico progetto di sviluppo che unisce i 18 comuni di Adro, Capriolo, Cazzago, Cellatica, Cologne, Coccaglio, Corte Franca, Erbusco, Gussago, Iseo, Monticelli, Ome, Paderno, Paratico, Passirano, Provaglio, Rovato e Rodengo.
Lo scopo del progetto è di creare un Consorzio territoriale che sia in grado di individuare e di valorizzare gli ambiti di sviluppo caratteristici di queste terre, in primo luogo, ovviamente, il turismo.
Vivenzi dichiara: “Dobbiamo promuovere le nostre risorse. Ci sono ancora altissimi margini di sviluppo. E sappiamo su cosa investire”.

Borghi medievali, tanto verde e paesaggi naturali fantastici, la Franciacorta è un nome di grande importanze in Italia e in Europa, per la sua produzione di vino, e non solo.
Il turismo e la promozione del territorio sono i punti su cui puntare maggiormente per valorizzare al massimo il nostro territorio.
Ogni anno, circa 300 mila visitatori arrivano in Franciacorta, per promuovere e valorizzare al meglio è necessario il supporto dell’Europa, sono necessarie risorse che arriveranno anche da fondi Ue messi a disposizione per il turismo nell’area mediterranea.
Ma il progetto di sviluppo prevede inoltre investimenti privati.