APRICA – Per gli sciatori il Pigato Blitz e bresaola IGP: aperitivo “made in Alassio”

0

È risultato tanto inedito quanto apprezzato l’originale connubio tra il drink ligure “Pigato Blitz” e un “must” valtellinese come la bresaola IGP inaugurato sulle piste del Palabione di Aprica. Alla stazione d’imbarco della seggiovia Lago, appena giunti con la cabinovia dal paese o al termine di slalom e surfate lungo le piste superiori Benedetti, Medici o Salina, gli sciatori sono stati oggetto dell’inatteso omaggio da parte di giovanissimi camerieri in divisa: gli studenti in vacanza dell’Alberghiero Giancardi di Alassio.

Aperitivo ApricaArrivati domenica per la consueta vacanza-studio ad Aprica (la scuola prende in gestione un hotel della località per una settimana a scopo didattico), hanno offerto ai presenti il delicato drink accompagnandolo con rosse fette di bresaola valtellinese IGP. Buone le condizioni della neve dell’intero comprensorio, con piste ben tirate, sole e temperature gradevoli, anche se sottozero. Aperti tutti i tracciati, tranne la Valscesa ovest e la Direttissima Inferiore del Baradello.

Lanciato nell’estate 2012 da Bianca Sartori, proprietaria dell’omonima cantina, il “Pigato Blitz” dopo essersi imposto come aperitivo cool nella Riviera ligure, ora, grazie ai giovani barman dell’Alberghiero di Alassio, punta ad affermarsi anche nelle più rinomate stazioni sciistiche italiane. L’appuntamento per l’aperitivo è sulle nevi di Aprica dove, in questo periodo, soggiornano tanti turisti dell’Est Europa: polacchi, cechi, slovacchi e bulgari, che gradiscono tutto ciò che è Italian style, dalla moda all’enogastronomia.

Il “Blitz” è a base di Pigato, il principe dei bianchi di Liguria, con aggiunta di Aperol e soda. Perla della Valtellina, viene proposto con la regina dei salumi della valle: la bresaola IGP. Il Pigato DOC, grande azienda vitivinicola ligure dislocata in un unico appezzamento, si distingue per il suo colore giallo paglierino, il profumo di banana, miele e pesca matura; di carattere secco, deciso, corposo e amarognolo, si usa per cucinare molti piatti liguri, dal mare ai monti. L’attività promozionale rientra nel progetto d’Istituto “I Comunicativi” e a guidare gli alunni durante l’evento saranno i docenti Antonella Annitto, Monica Barbera, Michela Calandruccio, Rita Baio, Nello simoncini, Norberto Andreoni, Flavia Mallamaci, Maria Elisabetta Corradi, Marina Tiro, Pierluigi Raspino, Francesca Marchetti, Stefania Arata, Luca Ansaldo e Franco Laureri.