BRESCIA – L’Imu torna alle famiglie con i Bot, l’idea di Fratelli d’Italia

0

(Messaggio elettorale) Il dibattito degli ultimi giorni si sta concentrando su Imu sì o Imu no. La posizione di Fratelli d’Italia – si legge in una nota – è stata da sempre chiara, ossia abolizione dell’Imu sulla prima casa e da qualche giorno è stata lanciata anche l’idea della restituzione di questa tassa iniqua tramite l’emissione di titoli di Stato. Attribuire cioè a ogni cittadino un importo di Bot corrispondente al valore versato per l’Imu sulla prima casa.

Imu casaMa l’idea di Fratelli d’Italia sulla salvaguardia di un bene così prezioso per i cittadini va oltre e tra i punti del programma si trova la non pignorabilità della casa in cui vive una famiglia. Chi con sacrificio è riuscito ad acquistare casa ha conquistato un diritto: nessuno può togliergliela a meno che non sia lui a impegnarla come garanzia. “Fondamentale la salvaguardia per chi possiede già una casa – sostiene il candidato alle regionali Fabio Mandelli – ma non bisogna dimenticare chi una casa non la possiede ancora e per la precarietà del posto di lavoro o per la giovane età fatica a realizzare questo importante progetto.

Da qui la necessità di garantire sicuramente un rifinanziamento a livello nazionale del fondo di garanzia, voluto da Giorgia Meloni nel periodo in cui era Ministro della Gioventù, che offra le necessarie garanzie per ottenere un mutuo per l’acquisto della prima casa”. Sostegno da parte dello Stato, ma “importante anche il ruolo della Regione – secondo Mandelli – sarebbe opportuno continuare con le agevolazioni proposte dalla Regione Lombardia, incentivando ulteriori strumenti che permettano di creare una vera e propria politica abitativa che supporti sia le giovani coppie sia i nuclei familiari anche monogenitoriali con figli minori, titolari di contratti di lavoro atipici o a tempo determinato”.