BRESCIA – Arrestato giovane albanese, ha rubato anche monili d’oro

0

La sera dell’1 febbraio scorso i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Brescia hanno fermato un cittadino albanese, latitante, che doveva scontare 14 mesi di pena per reati legati alla droga. Shkelqim Ndoj (1983), questo il nome del giovane, si nascondeva a Brescia 2 insieme al fratello Zambak (1986) nell’abitazione intestata a un loro connazionale, e alla vista dei militari ha tentato la fuga per i campi vicini alla ferrovia della zona di via San Zeno.

Gli oggetti di valore trovati nella casa
Gli oggetti di valore trovati nella casa

Shkelqim era stato arrestato nel luglio dell’anno scorso perché trovato in possesso di circa 20 grammi di cocaina nascosta nel portaoggetti del cruscotto della propria auto e, dopo essere stato posto agli arresti domiciliari, è evaso e per lui lo scorso ottobre è scattata la cattura e diretto al carcere di Canton Mombello dove è stato condotto qualche giorno fa dai militari di Brescia.

La perquisizione della casa ha consentito, oltre di catturare il giovane, anche di trovare monili in oro per circa 160 gr. sulla cui origine i militari stanno compiendo degli accertamenti. Si tratta di fedi nuziali, orecchini, braccialetti, probabilmente provento di furti in abitazione. E guardando le incisioni sui monili, si cercano Chiara e Fabrizio sposati il 7 settembre 2003, Silvia che si è sposata il 27 maggio 2006, Francesca 3 ottobre 2008 ed Eugenio il 27 settembre 1975.

Ancora un braccialetto da bambino con inciso 31 marzo 2002 (data di nascita o battesimo). La compagnia informa che chi avesse subito un furto di oggetti d’oro corrispondenti a quanto scritto deve andare alla caserma dei Carabinieri di Piazza Tebaldo Brusato negli uffici del Nucleo Operativo della Compagnia per fare il riconoscimento e ottenere la restituzione della refurtiva.