BRESCIA – “Danza lenta”, torna la poesia bufala di una malata di cancro

0

Abbiamo ricevuto anche noi in redazione una poesia particolare e commovente scritta da una ragazzina, ricoverata per una grave forma di cancro al Policlinico Sant’Orsola Malpighi di Bologna e che avrebbe ancora pochi mesi di vita. Già, peccato si tratti di una bufala di dubbio gusto che sta inondando le caselle di posta elettronica d’Italia e non solo.

Nel messaggio, che riporta alla fine le credenziali del dott. Alessandro Cicognani direttore dell’Unità operativa di Pediatria all’ospedale emiliano e che lo stesso smentisce di partecipare a questa campagna fasulla, è riportata una poesia dal titolo “Danza lenta”. Il testo, secondo la mail, dovrebbe essere girato a tutti i propri conoscenti perché a ogni persona che la riceve, la società The American Cancer Society avrebbe inviato 1 cent per fermare la malattia.

Poesia bufalaMa anche l’istituto statunitense ha smentito questa catena di Sant’Antonio e invitato gli utenti a non rispondere al messaggio. La bufala è prima di tutto temporale, visto che l’appello risale nientemeno al 1997 e prende spunto da una poesia scritta da un autore inglese. Quindi se i lettori dovessero ricevere questa mail, cestinatela e non rispondete, si tratta di una falsità di dubbio gusto che rende ancora più drammatica la situazione drammatica di altri soggetti malati seriamente di questa grave forma.Vi proponiamo il testo nell’ultima versione.

DANZA LENTA
Hai mai guardato i bambini in un girotondo ?
O ascoltato il rumore della pioggia
quando cade a terra?
O seguito mai lo svolazzare
irregolare di una farfalla ?
O osservato il sole allo
svanire della notte?
Faresti meglio a rallentare.
Non danzare così veloce.
Il tempo è breve.
La musica non durerà.
Percorri ogni giorno in volo ?
Quando dici “Come stai?”
ascolti la risposta?
Quando la giornata è finita
ti stendi sul tuo letto
con centinaia di questioni successive
che ti passano per la testa ?
Faresti meglio a rallentare.
Non danzare così veloce
Il tempo è breve.
La musica non durerà.
Hai mai detto a tuo figlio,
“lo faremo domani?”
senza notare nella fretta,
il suo dispiacere ?
Mai perso il contatto,
con una buona amicizia
che poi finita perché
tu non avevi mai avuto tempo
di chiamare e dire “Ciao” ?
Faresti meglio a rallentare.
Non danzare così veloce
Il tempo è breve.
La musica non durerà.
Quando corri cosi veloce
per giungere da qualche parte
ti perdi la metà del piacere di andarci.
Quando ti preoccupi e corri tutto
il giorno, come un regalo mai aperto . . .
gettato via.
La vita non è una corsa.
Prendila piano.
Ascolta la musica.