PAVONE MELLA – Cani avvelenati nelle campagne, è allarme nella bassa

1

Sono già dieci i cani trovati morti nella campagna nei pressi di Pavone Mella. Dopo la strage di gatti a Maclodio, è di nuovo dell’uomo la colpa di queste morti.

MochiAvvelenati, è questo il referto dei veterinari. I cani, tutti dei piccoli meticci randagi, che trovavano ospitalità nelle varie cascine della zona, sono stati uccisi con dei bocconcini avvelenati. Oltre ai cani senza padrone, il veleno è stato fatale anche per un cucciolo che domenica mattina era a passeggio con il padrone, ed è stato attratto dai bocconcini di carne.

Il padrone del cane, allarmato ha immediatamente portato il cucciolo dal veterinario, ma salvarlo è stato impossibile. Questo ha però permesso di analizzare la composizione delle esche. Gli esami sono stati compiuti dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Regione Lombardia e dell’Emilia. Subito un avviso sull’accaduto è stato mandato al comune di Pavone Mella, che si è rivolto alla Polizia Provinciale. Il cui comandante,  Carlo Caromanni, ha assicurato che le indagini su questi eventi disumani sono in pieno svolgimento.

Inoltre i cittadini di Pavone, supportati dal Comune chiedono che la zona venga bonificata e che vengano trovati ed eliminati tutti i bocconcini avvelenati presenti, per evitare che altri cani muoiano in un modo così crudele.

1 Commento

Comments are closed.