Studio chimico: i girasoli di Van Gogh… rischiano di appassire!

0

I fiori appassiscono, è insito nella loro natura, sono dotati di vita propria nascono e muoiono come ogni essere vivente.
Ma i fiori dipinti sui quadri, possono appassire? Può un girasole di Van Gogh appassire con il tempo?
imagesSembrerebbe di si, l’”Analytical Chemistry”, ha pubblicato uno studio su una serie di dipinti di Van Gogh provenienti da musei olandesi e francesi, realizzati tra il 1887 e il 1890, le opere analizzate sono state sottoposte ai raggi X presso laboratori italiani e olandesi e presso l’Europen Synchrotron Radiation Facility di Grenoble, in Francia e il Deutsches Elektronen-Synchrotron di Amburgo in Germania.

Un gruppo di scienziati ha realizzato una serie di analisi in merito a particolari colori ad olio che possono, se esposti alla luce Led, degradare il quadro.
I risultati di tali indagini hanno dimostrato che i  pigmenti gialli caratteristici dei quadri di Van Gogh, se esposti alle luci al Led, modificano il loro colore da giallo a marrone-verde olivastro.

Sono state individuate tre tonalità di giallo, denominato “giallo cromo” : “Middle yellow”, “Lemon yellow” e il “Primrose yellow”, quest’ultimo è quello usato dal pittore.
imagesCA5745NGLa prima tonalità non mostra cambiamenti se esposto alla luce Led, ma le altre due, diventano  marrone o verde olivastro dopo alcuni giorni di esposizione a semplice luce verde o blu emessa da alcune luci al Led.

I sistemi di illuminazione Led, sono sempre stati considerati non invasivi e sicuri, ma sembrerebbe che questa teoria abbia delle eccezioni.

Le motivazioni sono dovute, probabilmente, alla diversa struttura cristallina e al più alto contenuto di solfati.

Come fare per risolvere questo problema? Spegnere le luci non è possibile,  tali capolavori hanno il diritto di essere mostrati al pubblico, gli scienziati hanno proposto l’utilizzo di filtri, oltre a verificare su altri quadri e opere la presenza di tali pigmenti, chimicamente instabili.

Il primo passo da compiere per salvaguardare e tutelare le opere d’arte è rivedere i sistemi di illuminazione, verificare i quadri a rischio, quelli che contengono questi pigmenti che potrebbero provocare il degrado del quadro per poi   trovare una soluzione alternativa per l’illuminazione di quest’ultimi, fortunatamente non tutti i colori ad olio contengono questi pigmenti che modificano la loro tonalità se sottoposti alla luce Led.

Il maggiore allarme è stato dato al Museo di Amsterdam che contiene molte opere di Van Gogh e di altri artisti che utilizzano il cosiddetto “giallo cromo”, come Gauguin.