SAREZZO – Il Comune adotta il Pgt. Per due mesi passa ai cittadini

0

Nel consiglio comunale del 28 dicembre scorso è stato adottato il Piano di Governo del Territorio (Pgt), il nuovo strumento urbanistico generale del Comune di Sarezzo. I cittadini, i portatori di interessi diffusi e le parti sociali ed economiche hanno ora a disposizione 30 giorni (a partire dalla data di pubblicazione, cioè dal 23 gennaio scorso) per la consultazione del materiale prodotto, disponibile anche in internet. Nei successivi 30 giorni (cioè dal 22 febbraio al 23 marzo) sarà possibile presentare osservazioni rispetto ai documenti adottati. All’’interno della corposa documentazione i cittadini troveranno tre principali atti che costituiscono il nuovo strumento urbanistico:

Sarezzo normal1- il 1° atto, “Piano delle regole”, governerà il tessuto urbano consolidato, cioè tutto quello che già esiste sul territorio, analogamente a quanto succedeva con il “vecchio” PRG (Piano Regolatore Generale);

2- il 2° atto, “Piano dei servizi”, è lo strumento attraverso il quale il Comune di Sarezzo focalizza e specifica lo stato di consistenza e le azioni che intende mettere in campo relativamente alle attrezzature e ai servizi pubblici di interesse pubblico e generale (è il documento che analizza e programma i vecchi standard urbanistici del PRG);

3- il 3° atto, “Documento di piano”, costituisce la vera novità della programmazione urbanistica di nuova generazione. È costituito sostanzialmente dalle macro azioni che la pubblica amministrazione intende mettere in campo nella programmazione territoriale. All’’interno di questo corposo atto, oltre ad una puntuale analisi di tutti gli aspetti conoscitivi del territorio comunale (uso reale del suolo, rete ecologica comunale, sensibilità paesistica del territorio, rete viaria, reti infrastrutturali del sottosuolo, studio geologico, idrogeologico e sismico…), trovano ’identificazione delle aree di espansione dell’’edificato esistente (cioè cosa si potrà ancora costruire).

I principali ambiti d’intervento previsti dal PGT riprendono, puntualizzandoli e approfondendoli, i piani attuativi dello strumento previgente (PRG) introducendo un ambito di rilevante significato nella zona della Valle di Sarezzo. Si tratta di un parco urbano che l’’amministrazione comunale intende realizzare nella località “Pomeda” attorno a un comparto edificatorio a destinazione residenziale che viene confermato con alcune importanti correzioni. Correlato a questi due ambiti detti di “trasformazione”, si trovano il comparto “Bassinale” per il quale il PGT propone un radicale mutamento della destinazione d’’uso e un significativo incremento della capacità edificatoria. Il comparto, attualmente a destinazione residenziale, diventerà un comparto a destinazione socio-sanitaria (RSA privata), di servizi (asilo nido privato e sala civica) e residenziale di tipo sociale. I restanti ambiti di trasformazione come sopra specificato riprendono, con numerosi approfondimenti insediativi e in alcuni casi con importanti riduzioni delle volumetrie assegnate, quanto già previsto dal vigente strumento urbanistico comunale.