SULZANO – Rapina in villa: il marito picchiato davanti alla moglie e alla figlia

0

Una villetta vista lago di Sulzano è stata oggetto di una rapina molto efferata, è accaduto venerdì sera.
I malviventi, in due, si sono introdotti nell’abitazione con il viso coperto, hanno subito minacciato il padrone di casa, un imprenditore di 65 anni, intimandogli di aprire la cassaforte.
I due ladri hanno atteso nel giardino che tornasse a casa, lo hanno spinto in casa e hanno legato la moglie, che si trovava nell’abitazione insieme alla figlia di otto anni.rapina

La piccola preoccupata di quanto stesse succedendo è stata rassicurata dai due ladri che le hanno detto che si trattava di un gioco.
Non sembra fossero presenti delle armi, ma i due malviventi hanno picchiato il 65enne per costringerlo ad aprire la cassaforte, mentre la moglie, legata alla sedia e la piccola guardavano la scena.

Dopo essere stato violentemente colpito e picchiato l’imprenditore ha indicato la cassaforte ai ladri che si sono impossessati di 10mila euro in contanti e vari gioielli.

Con la loro refurtiva, dopo aver legato l’uomo ad una sedia hanno chiesto alla bambina di aspettare prima di liberare i genitori, in seguito sono fuggiti.
Una volta liberato, l’imprenditore ha avvertiti i soccorsi che sono giunti alla villa con le forze dell’ordine che hanno subito trasportato l’uomo alla clinica di Ome e ascoltato la testimonianza della moglie, sconvolta dall’accaduto.

L’uomo si trova nel reparto di rianimazione e le sue condizioni sono gravi.

Nel frattempo si stanno ricercando informazioni e testimonianze utili per trovare i due rapinatori, ma nessuno si è accorto di nulla, inoltre, i due avevano il volto coperto, quindi è stata impossibile una descrizione fisica accurata.