GARDONE RIVIERA – Il Vittoriale saluta il nuovo anno in linea con il 2012

0

Il 2012 è stato un anno di frizzanti iniziative e di grandi successi per il Vittoriale. Primo fra tutti l’importante riconoscimento ricevuto il 23 settembre, quando il Parco del Vittoriale è stato nominato ‘Parco più Bello d’Italia 2012’. L’ambito premio, patrocinato dai Ministeri dei Beni Culturali, del Turismo e dell’Ambiente con l’adesione del FAI, è giunto quest’anno alla decima edizione. Quello del Vittoriale è stato scelto tra una rosa di dieci finalisti selezionati in primavera tra gli oltre ottocento parchi e giardini iscritti al concorso. Tra le motivazioni del premio si legge che “la ‘Santa Fabrica’ del Vittoriale è una creazione poetica che si fa architettura, giardino e paesaggio. E’ un giardino polimaterico di piante, ma anche di parole scritte sulle pietre. E’ una quintessenza di luoghi teatrali, di emergenze e di massi erratici, dove anche le acque si fanno poesia”.

Il Vittoriale ha chiuso l’anno con un bilancio attivo, confermandosi così un modello virtuoso nel panorama culturale italiano. L’ufficio del personale, grazie ad un procedimento di redistribuzione del carico di lavoro, ha inoltre permesso alla Fondazione di creare nuovi posti di lavoro.

WCENTER 0LGMADBCRZ - vittoriale gratis  -  leggo
Il Vittoriale degli Italiani

Il 2012 è stato l’anno in cui molti progetti si sono concretizzati grazie a fruttuose collaborazioni, tra restauri, donazioni e nuove acquisizioni. La più originale e innovativa delle collaborazioni è stata quella con i Carabinieri dei RIS e l’Università di Cagliari: per la prima volta l’analisi filologica di un testo manoscritto si è avvalsa delle più moderne tecnologie scientifiche dei nuclei investigativi, permettendo di ricostruire l’esatta cronologia delle stratificazioni della scrittura.

Fondamentale è stato il contributo dell’Assessorato al Turismo e alle Attività e Beni Culturali della Provincia di Brescia e dell’Associazione Amici dei Musei per la più significativa acquisizione del 2012: all’asta di Bloomsbury a Roma la Fondazione si è aggiudicata il carteggio d’Annunzio-Di Rudinì, un corpus di 147 lettere, 7 telegrammi e 2 cartoline scritti dal Vate a Alessandra Carlotti Di Rudinì Starabba, finora completamente inediti.

Lo spirito del Vittoriale continua del resto a ispirare numerosi artisti contemporanei, che anche nel 2012 hanno voluto arricchirne la collezione donando le proprie opere: da Antonella Cinelli a Pablo Echaurren e Gian Marco Montesano. Oggetti e dipinti sono stati poi richiesti per importanti mostre allestite presso prestigiose sedi espositive nelle città di Venezia, Rovigo, Forlì e Torino.

Il Gruppo Amici dei Velivoli Storici, sezione di Torino, ha provveduto a un intervento di manutenzione conservativa dell’aereo SVA di d’Annunzio, mentre l’auditorium è stato inoltre oggetto di un intervento volto a migliorarne la fruibilità da parte di soggetti diversamente abili, tramite l’installazione di un’apposita piattaforma servo scala che consente l’accesso mediante carrozzina.

Numerosi sono stati anche i convegni celebrati nella dimora del Poeta Vate, come la giornata di studio ‘Per una politica della lingua’, iniziativa che ha ricevuto il plauso e il saluto dei Ministri per i Beni e le Attività Culturali, Lorenzo Ornaghi, e dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Francesco Profumo. Sono circa una trentina i volumi pubblicati nel 2012 e dedicati a Gabriele d’Annunzio e 122 studiosi, nel corso dell’anno, si sono avvicendati nei nostri archivi e biblioteche consultando carte autografe e volumi, per un totale di 665 tra fascicoli e libri visionati. A giugno, dopo dieci anni di lavoro, è stata ultimata la catalogazione e la messa online sul sito di Archivi del Novecento di tutto l’Archivio Fiumano. Proseguono le accessioni della Biblioteca dannunziana e la catalogazione in SBN dei libri della Biblioteca Privata di Gabriele d’Annunzio, giunta a metà strada.

Gardone riviera d'Annunzio
Gabriele d’Annunzio

Grande anche il successo mediatico del Vittoriale: su face book gli amici del Vittoriale sono ormai oltre 2mila e l’anno appena concluso ha visto nascere l’Associazione Amici del Vittoriale, che riunisce gli estimatori del Vate e tutti coloro che amano il Vittoriale e vogliono preservarne l’unicità, vivendone più da protagonisti i progetti e le sfide culturali. I tesseramenti del 2012 hanno poi consentito l’acquisizione di un importante autografo di 74 fogli, completamente sconosciuto, che verrà presentato al pubblico nella cerimonia del prossimo 2 marzo. Per i primi mesi del 2013 la Fondazione si è prefissata un obiettivo ancor più ambizioso: la raccolta dei fondi mancanti alla copertura economica necessaria per la riapertura delle Vallette e del Laghetto delle Danze.

Non va poi trascurato il successo della seconda edizione del Festival del Vittoriale ‘Tener-a-mente’ che, in netta controtendenza nazionale, ha registrato un incremento del 20% del pubblico, accorso ad assistere alle esibizioni di artisti internazionali di grandissimo pregio, come Patti Smith, Fracesco De Gregori e altri ancora. Insomma, quella del 2012 è stata un’edizione da record, con oltre 16mila spettatori e con 7 serate di tutto esaurito. Fra le iniziative va menzionato anche il D’Annunzio Festival, svoltosi a Pescara, che ha registrato oltre 30mila visitatori e ha ospitato numerosi convegni, mostre, spettacoli.

Dopo il bilancio 2012, un bilancio senz’altro sorprendente, è tempo di parlare del 2013, anno in cui corre il 150esimo anniversario della nascita di Gabriele d’Annunzio ed il 75esimo della morte. Per la storica ricorrenza la Fondazione ha programmato molti eventi nazionali e internazionali e istituito un apposito Comitato, presieduto da Giordano Bruno Guerri e animato da 100 personalità del mondo delle istituzioni, della cultura e dello spettacolo.

Molti sono i Comuni e le Province che parteciperanno ai festeggiamenti, da Pescara, a Roma, Brescia, Torino, Bologna, Verona, Trento, Genova, la Versilia e tanti altri le cui adesioni stanno giungendo numerose in queste settimane. Dal Ministero degli Esteri, che patrocina le celebrazioni anche con l’adesione personale al Comitato del Ministro Terzi, è arrivata la conferma che i festeggiamenti sbarcheranno in modo importante negli Stati Uniti, in occasione dell’anno della cultura italiana, che si aggiungono a Francia, Grecia, Ungheria, Polonia, Gran Bretagna, Uruguay, Brasile e Giappone nell’elenco dei Paesi che al Vate dedicheranno convegni, mostre e giornate di studio nei principali Atenei.