SALÒ – Il Comune insieme al Maniva per promuovere il turismo

0

Salò e Maniva gemellati per proporre offerte turistiche convenzionate, dedicate in modo particolare agli amanti dello sport. Il vicesindaco del Comune Gardesano, Stefania Zambelli, dopo aver visitato il complesso sciistico del Maniva ne è rimasta piacevolmente impressionata e quindi ha avanzato la proposta alla famiglia Lucchini, che gestisce gli impianti di risalita, oltre all’ex rifugio Bonardi.

Salò Maniva
Il Maniva

“Abbiamo riflettuto su forme di collaborazione comune – ha detto Stefania Zambelli – e ci è venuto in mente di formulare proposte di soggiorno convenzionato rivolte a squadre di ciclismo, calcio o altre discipline, affinché possano allenarsi sul lago d’inverno, quando il clima è più mite, e in estate svolgere stage in altura al Maniva”. Le offerte consentirebbero da un lato di promuovere il territorio bresciano, dall’altro di allungare la stagionalità delle strutture ricettive. “Raggiunta l’intesa – ha concluso Zambelli – dobbiamo formalizzare l’accordo e cercare anche forme di finanziamento per la promozione comune dell’iniziativa”.

Imerio Lucchini, il presidente di Maniva Ski, ha spiegato: “Quando abbiamo rilevato gli impianti nel 2005 esistevano 7 chilometri di piste. Oggi siamo arrivati a 40, con sei impianti di risalita e un demanio sciabile che parte da quota 1.400 metri per arrivare ai 2.100. Ogni anno della nostra gestione, abbiamo raddoppiato i numeri delle presenze, eccezion fatta per lo scorso anno, causa la scarsità di neve che ha penalizzato tutte le località sciistiche del nord Italia. Siamo la località sciistica più vicina alla città e convogliamo dalla Valtrompia migliaia di appassionati. Inoltre, durante la stagione estiva ospitiamo squadre ciclistiche, e non solo per i ritiri. Stiamo investendo nella struttura per creare occasioni per praticare altri sport”.