PAITONE – Spazio Arte Duina inaugura la mostra di Stefano Arici

0

Inaugura domani, sabato 26 gennaio 2013, “La fantasia è un posto dove ci piove dentro”, mostra curata da Stefano Arici, il quale proporrà quaranta opere su carta, dal piccolo al grande formato, quasi tutte inedite.

Il curiosone, inchiostro su carta
Il curiosone, inchiostro su carta

E’ la prima importante personale di Stefano Arici che, in questo evento, presso la sede espositiva dello Spazio Arte Duina, a Paitone, presenta al pubblico la poetica di tutto il suo lavoro e dà prova di sapersi muovere con disinvoltura tra l’opera tout court e l’illustrazione.

Stefano Arici è nato a Brescia nel 1976; illustratore, ha pubblicato sia in Italia che all’estero; un suo libro, La Pluie, realizzato a due mani con Matteo Gubellini, è stato selezionato al premio internazionale “Ho il mal d’estro”. La sua ultima pubblicazione è Dans ma maison uscita per i tipi della casa editrice francese Editions du Lampion.

Volti 2, acquarello e inchiostro su carta
Volti 2, acquarello e inchiostro su carta

La mostra sarà l’occasione per entrare nel mondo sorprendente dell’artista, popolato da personaggi onirici a volte umoristici a volte inquietanti, creature che si muovono su segni leggeri e che sembrano arrivare dalle pagine dei racconti infantili  o da quelle impertinenti di Italo Calvino.

Comincia lentamente, quasi per gioco, partendo da una macchia di colore, ad uscire dalla matita dell’artista, un volto o un paesaggio. Stefano Arici è guidato dall’intuito e dalla fantasia, senza quasi prevedere quello che affiorerà sulla carta, ci restituisce universi vaporosi e sorprendenti. Sono creature che scivolano sulle sfumature dell’acquarello: piccoli robot di latta, alberi che volano nel cielo, entità lunari che lasciano immaginare delle storie; pare ad un certo punto che sfuggano dal foglio per poi volare via.

“L’arte è un rifugio”, amava dire Jean Michel Folon: essa ci permette di evadere per un po’ dalla realtà e dalla logica schiacciante. Il punto di non coincidenza tra il mondo tangibile  e il pensiero corrisponde a quello spazio di libertà artistica dove Arici plasma i suoi universi, quella porzione dove  la razionalità sfida l’immaginazione poetica.  Seguendo i tratti leggeri di Stefano Arici si approda nelle sue terre multicolori, popolate da incredibili protagonisti, dove è forse possibile ritrovare insieme alla lievità, anche lo stupore e la meraviglia dei sogni dell’infanzia.

L’ingresso è libero e la mostra sarà visitabile fino al 30 marzo 2013, dal martedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 15:30 alle 19. Per avere ulteriori informazioni si può telefonare allo Spazio Arte Duina, sito in via Italia 1 a Paitone, al numero 0306342296 o mandare una mail.