VERONA – Lorenzo Zanetti al Motor Bike per tornare alle 600 cc

0

Presentato al Motor Bike Expo di Verona il “Pata Honda Team”, nuova denominazione ufficiale del team olandese Ten Kate che impegnerà due moto nel mondiale superbike con Jonathan

Haslam, Zanetti, DeMeo, Rea
Haslam, Zanetti, DeMeo, Rea

Rea e Leon Haslam e due nel mondiale supersport con il lumezzanese Lorenzo Zanetti ed il neo-Campione Europeo Superstock 600, l’olandese  Michael van der Mark.

Quest’ultimo ha ottenuto il miglior tempo assoluto nei test svoltisi a Jerez a fine anno e  sulla stessa pista da domani martedì si terranno ancora dei test, gli ultimi in Europa, per poi proseguire a Phillip Island per i test privati del 14-15 febbraio ai quali seguiranno i test ufficiali del 18-19 febbraio. Proprio sul circuito australiano, sia aprirà il mondiale il   24 febbraio.

Lorenzo Zanetti, al ritorno tra le 600cc lascia la Superbike con l’obiettivo di puntare al titolo iridato. “Non ho grandi possibilità di scelta – dice il pilota valgobbino – devo vincere delle gare e giocarmi il titolo”. Il bresciano sembra essere entrato subito in sintonia con il team, vista anche l’attenzione che il patron olandese Ronald Ten Kate gli riserva seguendolo con grande interesse anche fuori dalla pista. “Nella mia carriera soltanto nel 2011 nella Superstock 1000 ho avuto il meglio per competere con i migliori e ho combattuto per il titolo sino alla fine. Sono assolutamente certo che questa è la migliore chance che mi potesse capitare.  Sono però cosciente che mi devo riadattare alla guida della moto di questa categoria, in quanto non vi è un solo riferimento che della Superbike possa utilizzare nella Supersport. Tuttavia, già dal secondo test di Jerez, la mia guida è iniziata  ad essere più fluida e spontanea. Sono ansioso di salire nuovamente in sella certo che per la prima gara la confidenza con la mia moto sarà almeno al 90%. Per quel che riguarda la moto sono rimasto impressionato dalla potenza che il motore di questa Honda CBR 600 esprime”.

Va ricordato che la moto che il team utilizzerà nella prima gara è quella in configurazione 2012, mentre la nuova moto, che si differenzia in sostanza solo nell’aspetto aerodinamico  arriverà dalla seconda gara. Moto giapponesi,  preparate in Olanda, supportate da Honda Motor Europe, ma con colori  italiani grazie alla presenza del marchio Pata  con l’entusiasmo della famiglia Gobbi, proprietaria dell’azienda di Castiglione delle Stiviere a garantire che tutto è pronto per una grande stagione.