MONTICHIARI – 2.700 beagle affidati tornano a Green Hill?

176

Il 21 febbraio, la Corte di Cassazione romana potrebbe riconsegnare all’azienda Green Hill i 2.700 beagle dati in affido da Legambiente e Lav. Riconoscendo così la richiesta della multinazionale, che vorrebbe la restituzione dei cani, cuccioli e fattrici che sono ormai stati affidati alle famiglie.

Nel frattempo l’inchiesta continua e a portarla avanti sono i pm Ambrogio Cassiani e Alessandro Raimondi che hanno deciso di avvalersi anche del parere di un medico veterinario esperto di vivisezione e sperimentazione sugli animali. In attesa che la Cassazione pronunci la sentenza ricordiamo che il tribunale del riesame ha già fatto decadere il sequestro preventivo sull’azienda, se dovesse accadere la stessa cosa per i cani, le famiglie affidatarie dovranno restituirli a Green Hill.

176 Commenti

  1. Scrivere ” le famiglie affidatarie dovranno restituirli a Green Hill ” non e’ corretto almeno in questa fase . Inutile creare panico fra le famiglie affidatarie, i cani come gia’ ribadito da Lav e Legambiente non saranno mai resi a Green Hill, chiedere i cani indietro e’ solo una mossa strategica di Gh per poter chiedere un eventuale risarcimento economico….Aspettiamo pero’ gli esiti del processo.

      • G chetati per piacere…la parola custode mettitela nel culo.nn è un oggetto,è un animale…se pensi che li rendano,non hai capito un cazzo.vai a fare il moralista da un’altra parte

          • infatti hai ragione su questo.di conseguenza sarà un problema loro se rischiare di passare guai o no.io per uno di famiglia o per la gioia di mio figlio,mi farei arrestare…buona giornata

          • mah… secondo me se si paga il prezzo del cane (3000 euro circa) lo si può tenere. Che senso ha essere disposti a farsi arrestare per non voler comprare un cane, santo cielo?

          • non tutti caro G possono permettersi 3000 euro,soprattutto di questi tempi…ecco qual è il problema

          • Si vede che non hai un cane e nemmeno sai cosa vuol dire adottarne uno.
            Respira senza parlare che è meglio!

          • guarda, nella peggiore delle ipotesi è furto. Per il furto c’è la galera.
            Comunque probabilmente c’è una multa. Meglio la multa e perdere il cane o meglio pagare il cane?

          • certo concordo con te.meglio pagarlo.ma a quel punto,se tanto i cani devono essere venduti alle famiglie stesse,tanto vale sperare che il giudice gliela riconosca da subito.cosi nn vanno pagati,perche ripeto,non tutti purtroppo hanno 2 o 3 mila euro da parte per potersi permettere di pagarlo.

          • Ma ti rendi conto che se questa fosse la decisione sarebbe per problemi di ordine pubblico e quindi inaccettabile? Ovvero un gruppo di persone che si mettono insieme e decidono che o si fa come vogliono loro anche contro la legge oppure fanno casino e rischiano di far grossi danni in giro! È un atteggiamento da teppisti, incivili e barbari, non si può scendere così in basso.

            C’è anche da dire che è probabile che la responsabilità ricada sulla LAV e sulle altre associazioni prime affidatarie, ma i custodi hanno firmato un documento, a quello bisogna rifarsi

  2. Caro Franco,
    1) conosci la differenza fra “Affido temporaneo” ed adozione?
    2) Ricordi di avere firmato delle carte nel momento che hai ricevuto il beagle in affido?
    3) Ricordi il contenuto del testo che hai firmato?

    • …sai cosa vuol dire affezionarsi ad un’automobile? Guarda un po’, mi sono affezionato alla tua. Ora devi darmela perchè è mia!

    • Chi ha un beagle di Green Hill in affido ha firmato un contratto di affido e dovrebbe essere in grado di intendere, volere, leggere, scrivere e capire quello che ha letto e firmato… oddio, a volte non sono del tutto sicuro che costui sia in grado di fare tutte queste cose che richiedono un cervello acceso e funzionante…

  3. Sai cosa vuol dire avere accolto in casa un profugo, averlo curato, averlo imboccato, averlo preso in collo per scendere le scale, sentirlo gemere ed avere gli incubi mentre dormiva, essere contento di avergli pestato una zampa per avere la gioia di sentirlo abbaiare dopo 2 mesi e accorgerti che non ha perso l’uso delle corde vocali, vedere nei suoi occhi la desolazione quando lo lasci anche per 5 minuti e la gioia quando ti vede o gli fai una carezza?????? Senza doverlo comprare neanche con una caramella…..
    Il pensiero di doverlo riconsegnare ai suoi carcerieri e ai suoi boia……Aspetta che scopra le ditte che lo userebbero per la vivisezione………..

      • questo forum è pieno di personaggi ambigui…spero che abbiate tutto dalla vita,perche di sicura una cosa vi manca ed è palese a tutti

        • Alberto fantastico!! I tuoi sono i pochissimi commenti sensati che ho letto insieme a quelli di pochi altri!

          • I suoi sono i pochissimi(??) commenti di chi la pensa come te. I commenti di uno che non ha voglia di usare la ragione, ma si basa solo sul sentimentalismo e sul “sentito dire”.

          • te usi la ragione tommaso?te usi quel che ti pare.perche se ogni giorno sempre piu scienziati,riviste e giornalisti mettono in evidenza che la vivisezione ha molte falle,che senso ha continuare a opporsi al cambiamento?perche io sto a sentire chi ogni giorno mi dice che la vivisezione serve sempre meno,te invece mi pare tu sia rimasto a 50 anni fa quando a malapena si conoscevano le parole aids e hiv

          • Non mi hai ancora detto quali sono le riviste e gli scienziati! Mi citi il New York Times, ma mi dispiace: in materia scientifica ha la stessa valenza di TV sorrisi e canzoni e di Topolino! Sei dogmatico. A chiunque ti dia le ragioni del perchè la sperimentazione animale è (purtroppo) ancora indispensabile, rispondi che non è vero. Cerco di spiegare: tutti i farmaci che noi usiamo sono stati testati su animali. è un passaggio obbligato! passare direttamente dalla sperimentazione in vitro alla sperimentazione umana è deleterio! Le fasi per l’approvazione di una nuova molecola sono “a imbuto”, ovvero devi passarle tutte prima di immettere la molecola sul mercato. Saltare uno di questi step vuol dire che molte piu molecole arrivano ad essere testate sull’uomo. Per assurdo: vedo che su una coltura cellulare una certa molecola ha l’effetto sperato (ad esempio: ridurre una massa tumorale). Come posso capire che scatena effetti collaterali, quali, ad esempio, insufficienza renale? serve a questo un modello animale, ad anticipare questi possibili effetti. Il metabolismo di animali come i topi, ad esempio, è piu veloce di quello umano, ergo tali effetti sono visibili prima. Quindi se arrivo a testare 100 molecole sul topo, e di queste solo 2 arrivano ad essere testate sull’uomo perchè le altre 98 avevano effetti collaterali, togliendo la sperimentazione animale ne testo direttamente 100 sull’uomo, con la conseguenza che tali effetti collaterali li vedrò sulle persone e non sui topi. Non si scappa, la logica è quella. La scienza in questo campo non ha ancora alternative valide. Spero di essere stato un po piu chiaro, soprattutto sul fatto che non lo si fa per sadismo, come alcuni vogliono far passare. A nessuno fa piacere fare esperimenti sugli animali, se fosse possibile evitarlo credo proprio che tutti sarebbero concordi nell’intraprendere una strada diversa.

          • ripeto tommaso sei rimasto un pò indietro con i tempi..e cmq sia,ce ne passa tra fare test “innocui per” l animale stesso e altri mortali…perche qui si tratta di creare e testare medicinali del cavolo o provare cosmetici,non di trovare la cura per l aids (visto che tutti i test a riguardo sugli animali hanno dato risultati assolutamente non conformi e utili a quelli sull uomo).perciò tra uccidere un animale e un rossetto piu colorato di un altro,io prendo il primo.e cmq ti farò avere altre liste di aziende che non fanno uso di animali e che creano prodotti utili e validi,se nn addirittura migliori

          • Come ho gia scritto, per legge in europa la sperimentazione animale è già consentita solo a scopo medico, e non per testare cosmetici. Sei tu che sei rimasto indietro…

        • Veramente caro Tommaso,il divieto di sperimentazione animale su cosmetici diventerà operativo solo tra qualche settimana cioè dal giorno 11 marzo, al momento è ancor attivo.
          E le lobby hanno fatto di tutto per rimandare il bando ancora di dieci anni.
          Ci è voluta una grande opposizione per impedire il rimando.
          Te lo dico, solo per tua personale informazione. Dal momento che mi sembra tu sia rimasto indietro.

          • No, è il divieto all’immissione sul mercato di prodotti testati su animali che entra in vigore nel marzo 2013. I test non si possono già più fare. Te lo dico dal momento che mi sembra tu ricavi le tue informazioni solo da siti non ufficiali…

          • Non cambia che la natura errata della tua risposta ad Alberto.
            Finchè circoleranno i cosmetici testati su animali, il bando non sarà attivo.
            Mi spiace ma un conto è cercare un dialogo altro è pretendere di aver ragione ad ogni costo.

          • Falso. Sperimentare cosmetici sugli animali è già vietato, come dicevo ad Alberto. Non è ancora vietato vendere cosmetici precedentemente testati. è diverso. Sei tu che ti stai barricando e non cerchi il dialogo.

          • Il dialogo?
            Ma se ho letto tutti i tuoi commenti ed ho visto come hai risposto a tutti e dico tutti i tuoi interlocutori. Mi sembra che tu voglia semplicemente avere ragione ad ogni costo.

          • Cosa devo fare, scegliere tra interlocutori di serie A e di serie B, e rispondere solo ad alcuni? Io non “pretendo” di avere ragione, cerco di capire se c’è davvero qualche critica sensata che possa mettere in dubbio le mie certezze… e per ora ho trovato solo faziosità, gente che attacca, che insulta, che rigira le frasi e che risponde solo a cio che vuole. Non basta…

          • Beh gli esempi che ti ho fatto finora sono o non sono se non altro “ipotesi di discussione”? Ti ho fornito elementi o no ?
            Il Talidomide è quantomeno un esempio di “farmaco dagli effetti dubbi?
            Esistono perlomeno dei dubbi-ricavati da registrazioni che ci siano stati dei maltrattamenti all’interno della struttura G.H?
            Ora su questi deciderà-com’è giusto che sia la magistratura- sul momento non mi esprimo.
            Però esistono questi dubbi?
            Rispondimi su questo. ti sembra che io mi sia comportato da fazioso o che abbia dlalogato?
            Detto questo ti saluto perchè non penso che tu sia una cattiva persona, credo invece che tu non accetti una risposta che non collima con le tue idee.
            Legittimo intendiamoci, però non credo che tu voglia “comprendere ” idee diverse dalle tue.
            Ti auguro buona giornata. In fede e senza spirito polemico

          • Intendevo dire Nimesulide invece di Talidomide…lapsus mio.
            E comunque non cambia il senso. Il Talidomide è comunque un farmaco dannoso (testato sugli animali …ovvio)

          • il Talidomide non è stato precedentemente testato su animali in gravidanza, quindi l’esempio non calza. Successivi test su animali gravidi ha dimostrato le medesime malformazioni riscontrate sull’uomo. Eppure questo viene sempre taciuto dagli animalisti. Il Nimesulide ha mostrato i suoi effetti dannosi solo dopo anni di farmacovigilanza. è stato testato anche sull’uomo prima di essere messo in commercio, solo che certi effetti si vedono solo su larga scala. I dubbi sui maltrattamenti all’interno di Green Hill sono stati smentiti dalle indagini. Certo, leggendo certe cose i dubbi vengono, ma è da chiarire COSA sia l’oggetto del “dubbio”: sulla necessità della sperimentazione animale, sono spiacente, nente mi ha ancora fatto vacillare minimamente. Non sono nè sadico nè contro gli animali, anzi. Tuttavia credo che allo stato attuale delle cose, chi afferma che non sia necessaria, mente spudoratamente.

          • Io non dico che tu sia sadico, dico che tu mi sembri eccessivamente dogmatico.
            Che è cosa diversa.
            Io parlo da amante degli animali, da vegetariano e da ambientalista, quindi ti dico che un altro approccio è possibile.
            Tu compi un piccolo errore quando dici che i dubbi sono sfumati tutti, intanto esiste ancora un sequestro probatorio sugli animali, quindi segno che le indagini procedono ancora. Ovviamente io mi auguro che gli animali rimangano agli affidatari.
            Però intanto è vero che il Nimesulide è sotto indagine, quindi significa che la sperimentazione è stata quantomeno “fallace” non credi?
            E adesso sto parlando al tuo lato “tecnico” non quello delle convinzioni umane.
            Se è scappata la gravità dei rischi del Nimesulide significa che la sperimentazione su animali non dà risultati perfetti, indi- si potrebbe anche eliminare\limitare\ cercare strade alternative (scegli tu l’opzione che preferisci)
            Adesso ti saluto, aldilà delle opinioni personali è stato un piacere discutere con te.
            E poi così elimino anche l’ultima delle tue obiezioni: che hai incontrato solo dei fanatici (LOL )
            Io

          • Non sono dogmatico, semplicemente ho delle convinzioni forti e fondate. Sulla storia del Nimesulide ti rispondo partendo da lontano. Per sviluppare una nuova molecola c’è bisogno di due diversi step: quello pre-clinico (in silico, in vitro ed in vivo) e quello clinico (ovvero sull’uomo). Quello clinico ha 4 fasi: fase1, si indaga la tollerabilità della molecola; fase2, se ne indaga l’attività, fase3: se ne indaga l’efficacia. Alla fine della fase 3 il farmaco è immesso sul mercato, e inizia la fase 4: farmacovigilanza. Se si riscontrano dei problemi in fase 4, non vuol dire nè che la sperimentezione “in vivo” su animali era inefficace, nè che lo era quella successiva sull’uomo. Puo voler dire che ci sono problemi legati all’assunzione prolungata, o all’interazione con altre sostanze (non si può mica indagare le interazioni con TUTTE), oppure altri aspetti valutabili SOLO su larga scala e nel tempo. Non si possono usare questi esempi per dire che la sperimentazione animale (che è solo UNA delle fasi, come hai visto) non funziona!

          • “Non sono dogmatico”

            Se per te dogmatico è un offesa,….che vuoi che ti dica ?

            “Non si possono usare questi esempi per dire che la sperimentazione animale (che è solo UNA delle fasi, come hai visto) non funziona!”

            E invece non ti rendi conto che in realtà l’hai ammesso implicitamente tu stesso scrivendo quello che hai scritto sulle fasi delle sperimentazioni.
            Rileggi quello che hai scritto…e te ne renderai conto.

          • Non ho mai detto che dogmatico è un’offesa, semplicemente non lo sono. In che punto direi che la S.A. non funziona? Davvero, non noto l’incongruenza del discorso…

          • Perchè non ti viene nemmeno in mente il “dubbio” che possa essere la sperimentazione animale quella che non funziona- o no funziona del tutto.
            Se ci sono tanti medicinali che non funzionano o che debbono essere ritirati dal commercio significa che ci sono degli errori nel sistema di sperimentazione e nelle sue fasi.
            Il fatto che tu non abbia nemmeno un dubbio su questo è come dire, triste.
            Insomma la storia umana è piena di esempi di come quello che prima veniva dato per assodato e per certo poi è stato riconosciuto errato.
            Da Galileo a Wegener tanto per fare due esempi.

      • Ma chi sei tu uno che lavorava dentro quello schifo…….? Ma come fate a ragionare cosi? ma un minimo di sensibilità ce l’hai ? E per quello che il mondo va a pezzi…
        fortunatamente esistono persone che rischiano la propria libertà per difendere quella di chi non ha voce in questa merda di mondo….

        • Sono stato costretto a censurare il pezzo finale dell’intervento di Sarah perchè conteneva parole contrarie allo spirito del dibattito in corso. Prego Sarah e tutti coloro che vogliono intervenuire di mantenere i commenti su un piano di assoluto rispetto delle altrui convinzionio saremo costretti a censurare le parti non conformi.
          Ringrazio tutti i lettori che hanno portato il loro contributo e li esorto a continuare ad utilizzare questo strumento di libertà con l’abituale intelligenza e tolleranza

      • ecco un altro italiano medio…fate un favore a voi stessi:non parlate su questo blog e andate a fare qualcosa di piu utile

  4. Armando, non è tuo. Non lo devi “riconsegnare ai suoi carcerieri e ai suoi boia” ma “restituire ai suoi legittimi proprietari”. La cosa è ben diversa, e non è questione di opinioni e di sensibilità, ma di LEGGE: l’unica cosa che garantisce una civile convivenza tra le persone…

    • A livello legale non sbaglia chi, come Tommaso e Klaus, sottolinea la differenza sussistente tra un affidamento temporaneo ed un’adozione. Chi riceve un cane in affidamento non ne diviene legittimo proprietario, ma solo affidatario e le carte firmate senz’altro specificano la cosa.
      A livello emotivo, tuttavia, non riesco a non schierarmi dalla parte di chi, infischiandosene di quel che il contratto di affido prevede, rifiuta categoricamente l’idea di ‘restituire’ il proprio cane al legittimo proprietario (in questo caso Green Hill), soprattuto in vista del futuro che lo attenderà in quel ‘laboratorio’. Accollandosi anche il rischio di eventuali sanzioni. In ogni caso, l’inchiesta ancora non è stata chiusa: è presto per trarre conclusioni.

    • tommaso…anche te,chetati per favore…io sono laureato in legge e i tuoi finti moralismi e richiami alla legge risparmiateli,,,vacci te a green hill vai

      • Alberto, grande Dottore della Legge… Green Hill è un allevamento, non ci fanno sperimentazioni come certa stampa faziosa vuole far passare… quindi non dipingiamolo come ul lager di tortura! e dato che sei laureato in legge, spiega qual’è lo scopo della “legge” in senso lato, a me che sono un povero finto moralista…

        • certo finchè non verranno condannati,non potranno essere giudicati come tali…ma fino a prova contraria ci sono già molte prove,evidenti,che dimostrano che green hill non è solo un allevamento.e bada bene,gli allevamenti sono strutturati in maniera ben diversa…e qui comunque il problema non è solo se restituire o no il cane,ma è la vivisezione in generale.ma ce ne rendiamo conto che sono anni che gli animali nn danno piu risultati utili?ti faccio due esempi molto pratici,che puoi trovare confermati nei quotidiani e riviste di tale settore..PRIMO ESEMPIO,TOPO E RATTO: animali molto simili,tanto che la gente comune nn sa nemmeno la differenza tra i due animali.sai in quanti casi danno risultati identici? 4 su 10!…meno della metà!…SECONDO ESEMPIO,SCIMPANZE E UOMO:è stata data agli scimpanzé la stessa sostanza che viene utilizzata per combattere l aids nell uomo.sai che risultato ha dato? ZERO! 100% diverso dall uomo.e sai bene che l uomo è considerato proveniente dalla scimmia…beh allora dico:quanto mai sarà ancora utile fare esperimenti sui beagle? cane e uomo che danno stessi risultati?mi sembra da pazzi continuare a crederlo..e per concludere,non viene usato il beagle perche piu simile all uomo o per altri motivi puramente scientifici,ma semplicemente perche è la razza piu buona e di conseguenza non reagirà mai contro qualsiasi sopruso gli viene imposto.perciò signori,facciamoci due domande e diamoci le risposte.

          • Sei laureato in legge, occupati di quello. Lascia che sia gente competente a dire se la sperimentazione animale è utile o meno. Ricordo inoltre che la sperimentazione animale serve anche a testare farmaci ed interventi destinati agli animali stessi.

          • qui per fortuna posso risolverti una questione, visto che tu palesi il fatto che “scientificamente” uomo e cane sono simili e quindi è per tali scopi che la medicina fa passi da gigante e che le case farmaceutiche prosperano con noi poveri ipocondriaci. Errore. Tanti farmaci “salvavita” hanno principi attivi nocivi e velenosi per gli animali (senza andare sui medicinali basti pensare che i cani MUOIONO se mangiano troppa cioccolata. Tu metti solo su chili.
            Considerando che tu sei disposto ad offrire la vita di un animale per salvarti la pelliccia (ovviamente tu vali sicuramente molto di piu’ dai tuoi discorsi si evince palesemente) saresti disposto a sacrificare quella di un essere umano (al quale magari tu tieni anche – moglie, padre, figlio) per salvarti la vita? (e se di vita si tratta, ma sinceramente usare i cani per vedere quanto da ubriachi ci impiegano per uscire dal coma etilico solo perchè in giro ci sono certi pirla (ebbene si, vengono usati anche per questo) direi che si possono andare tutti a schiantare e io me ne sto a casa con il mio peloso.

        • dr jekill,non perderci nemmeno piu tempo su questo blog…tanto qui è palesata la mancanza di fiducia e volontà nel progresso dell italiano medio…loro falli ragionare,noi continuiamo per la nostra strada con i nostri bellissimi animali,che per me valgono molto di piu di una pelliccia o di certi elementi….see u

        • DrJekyll, esistono vari modelli animali, utili a studiare diverse patologie. Non per tutte si usano i cani, anzi, per la stragrande maggioranza delle patologie i modelli usati sono il topo o il ratto. Rispetto ad un cane sono più comodi per varie ragioni, tra cui perchè costano meno, si riproducono piu in fretta, occupano meno spazio, hanno un metabolismo più veloce. Ovvio che funzionano diversi dagli uomini, ma anche gli individui della stessa specie funzionano diversi uno dall’altro. A sentire i tuoi discorsi nessuno dei farmaci che abbiamo dovrebbe essere utile, perchè è stato sperimentato sull’animale, che è diverso dall’uomo… e invece, guarda un po, siamo PIENI di farmaci che fanno il loro mestiere…

    • Non è mio come non è mio il cane che trovo abbandonato sull’autostrada. Anche in quel caso dovrei lasciarlo a suo triste destino? Se Green Hill era ed è perfettamente in regola per quale motivo la magistratura le ha levato, in via cautelare, i Beagle e li ha affidati alle Associazioni?
      La legge, al di là delle norme sulla vivisezione, vieta i maltrattamenti agli animali, anche al “proprietario”. Avere costretto dei cani in piccole gabbie, spesso da generazioni, avergli tagliato le corde vocali per non farli abbaiare, avere messo quelli morti in celle frigorifere senza rispettare le norme in materia, non averli chippati come richiede il comune e altro ancora queste sono violazioni di legge, reiterate nel tempo e giustificate dal lucro! Legittimi proprietari? Se non rispetti le norme perdi questo diritto!

      • 1- nel caso di un cane TROVATO, non c’è un legittimo proprietatio che lo reclama… quindi è EVIDENTEMENTE diverso.
        2-essere indagati non vuol dire essere colpevoli, in italia spesso ce lo dimentichiamo. nel caso in cui venga trovato qualcosa che non va, stai pur certo che il cane alla fin fine te lo terrai… il problema è che per ora non hanno trovato NULLA che non vada in Green Hill.
        3- il taglio delle corde vocali è una BALLA animalista mai dimostrata e mai riscontrata nei cani di Green Hill.

        Per favore, raccontiamo la verità documentata e non mistificata da chi vuole portare acqua al proprio mulino…

  5. Cari lettori, avere tutti questi commenti sull’argomento ci fa piacere per due ragioni:
    1) Dimostra una sensibilità diffusa verso il problema dei maltrattamenti nei confronti degli animali
    2) Dimostra che abbiamo fatto bene il nostro lavoro diffondendo una notizia che interessa i lettori
    Detto questo invito – chi è interessato a lasciare un commento – ad usare toni e linguaggio consoni ad un livello civile e rispettoso del dibattito. Sul nostro quotidiano la censura non ha mai oscurato nessuno per le proprie idee. Non vorremmo iniziare a farlo per termini troppo volgari o frasi offensive.
    Ringrazio tutti i lettori per il loro contributo e spero che vorrete continuare a leggerci con affetto e attenzione

    • signor zani ha perfettamente ragione,e mi dispiace aver usato parole volgari…ma certi discorsi mi mandano su di giri,perche vedere che alcuni paragono un cane di green hill a un qualsiasi altro oggetto,significa essere lontani luce da quello di cui ha bisogno il nostro paese.un povero cane affidato alle famiglie,con bambini e persone anziane,strappato via da una sentenza che lo riporterà a subire torture?è innaccettabile…invito i sostenitori della tanto amata legalità (detto da me che sono un laureato in legge!!) ha spiegarlo loro ai bambini dove porteranno il loro cagnolino.
      cordiali saluti

        • certo Tommaso sei duro!!!!!…..non voglio offendere nessuno,sono una mamma e abbiamo un Beagle e mio figlio è affezionatissimo come del resto anche noi tutti in famiglia e l’altro nostro amico pelosetto,mio figlio solo a sentir parlare che potrebbero portarci via il nostro Smigol piange e noi ci stiamo male solo al pensiero,siamo coscienti che possono portarcelo via,ma ritornare l dove stavano no!!!!!

          • Ho capito cara Maria, tuttavia qui non si sta parlando di cose “opinabili” o soggettive, ma di legge! Hai firmato un documento al momento dell’affido, e sono sicuro che l’ipotesi di un’eventuale restituzione era ben esposta… Se questo ora rappresenta un problema, potevi pensarci prima, e se volevi un beagle a cui affezionarti te lo compravi!

          • Sono sicura che tuo figlio potrà affezionarsi benissimo ad un cane preso da uno dei tanti terribili allevamenti che ci sono in Italia, dove i cani (non di razza, è un problema?) si trovano in condizioni ben peggiori di Green Hill.
            O la vostra bontà d’animo viene fuori solo con i cani di razza e situazioni famose come quella di Montichiari?

        • betty una domanda:tu sei di razza? no perche forse se non lo sei,allora vali meno degli altri uomini…per piacere,sciacquati la bocca prima di dire fesserie

          • a noi ci importa assai se è di razza o no…a green hill potevano esserci anche cani non di razza,li avremmo voluti salvare lo stesso

          • se tu tommaso non capisci il sarcasmo e le provocazioni,è meglio nn tu stia su un forum su internet

  6. Da wikipedia:
    L’oggetto tutelato dall’ordinamento e proprio del reato in questione, è il sentimento verso gli animali, ovvero la sensibilità degli esseri umani nei confronti degli animali.
    Il maltrattamento di animali, in diritto penale, è il reato previsto dall’art. 544-ter del Codice Penale ai sensi del quale: 1. Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche è punito con la reclusione da 3 mesi a 1 anno o con la multa da 3.000 a 15.000 euro. 2. La stessa pena si applica a chiunque somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi. 3. La pena è aumentata della metà se dai fatti cui al primo comma deriva la morte dell’animale.

    • Era l’ora che facessero qualcosa per tutelare gli animali,li ritengo come figli indifesi…per Tommaso purtroppo ero talmente presa a fare un’opera buona che solo a casa ho letto il tutto,con grande rammarico :((((( ma solo per mio figlio,ho superato tanti dolori e sicura che avrei superato anche questo…….io nn sono una che compra ma li prendo dai canile quando ho voluto un cane,come i 2 precedenti che abbiamo avuto, e nn prendo il cane per il gusto di averlo,e per noi fanno parte della famiglia di cui aiuto dove hanno bisogno!!!scusami ma una cosa te la voglio chiedere, ai mai avuto un cane o altro animale in casa???sembri freddo nel parlarne e nn ti sento tanto amico nei loro riguardi….anche se ci sono leggi io gli potrei rendergli il cucciolo se nn fosse destinato alle ricerche,ma siccome li fanno a scopo di ricerca…allora NO!!!! nn gli restituisco un bel NIENTE!!!!!!!!

      • maria,fai come faranno altri:fai finta che sia scappato….vedrai che poi ridono meno a green hill…quando tutti gli affidatari diranno che il loro cane è scappato,che provino a entrarti in casa…solo i carabinieri col mandato potranno farlo.e se mai i carabinieri lo faranno,ma nn troveranno il cane perche lo hai messo al sicuro per un pò di tempo,vedrai che tutto tornerà alla normalità.le ingiustizie vanno combattute anche così.

        • un laureato in legge che insegna su un forum pubblico come infrangere la legge… dove siamo finiti?

          • infatti io sono contro ogni tipo di cose che derivano dalla sperimentazione sugli animali…e visto che parli di medicinali e aspirine,informati prima a modino…cmq se vi piace tanto la sperimentazione,perche nn usare direttamente un condannato a morte?la sua utilità sociale è tanto piu grande di quella di un animale?e nn mi venire a dire che è un uomo,che ha famiglia ecc ecc…perche se è uno che ha ucciso bambini o un serial killer,levarlo di torno farebbe solo bene all umanità.in questo modo sarà utile a tutti noi,molto più di un cane.bene,eccoti la sperimentazione che tanto volete,no?

      • Se sei contro la sperimentazione animale, allora comincia a rinunciare a tutti i vantaggi che essa ti porta: niente più aspirina, niente più antidolorifici, niente più farmaci in generale. Ah, e niente più creme. E non solo per te, ma anche per tuo figlio. Troppo facile dire “no alla sperimentazione” e poi comunque sfruttarne i vantaggi!

        • Cmq Tommaso ogniuno ha la sua opinione te la tua e noi la nostra stop!!!!! riguardo a creme e medicinale tranquillo si prende solo prodotti al naturale,e se vuoi ti do la marca ci sta che ti sia di vantaggio anche a te!!!!!Buona Giornata…

          • Ognuno può avere la “sua opinione”, ma non è detto che tutte le opinioni abbiano lo stesso valore. E non esistono medicinali non sperimentati su animali, perchè PER LEGGE bisogna farlo. Ma non pretendo certo che tu lo sappia, dato che non hai la minima idea di come un farmaco venga sviluppato, testato ed immesso sul mercato. Forse, prima di formarsi un’opinione che diventa incontrovertibile, vale la pena di conoscere cio di cui si sta parlando, informandosi da fonti attendibili e non faziose. Buona Giornata anche a te…

          • In alcuni paesi non è in commercio a causa di effetti collaterali sul fegato, tuttavia in italia è molto usato… Anzi, ti direi che è l’anti-infiammatorio per eccellenza. Questo a causa degli effetti su larga scala osservati dopo ANNI di farmacovigilanza. Ho usato un esempio non perfetto, ok. Ora rispondi tu alla mia domanda: se uno è contro determinate cose, non le usa e pace fatta. Giusto?

          • Quelli dei vaccini, del Nimesulide, dell’Aspirina, delle protesi, degli impianti cocleari, di tutta la medicina e la chirurgia moderna, a partire dalla penicillina…

          • Peccato che ilNimesulide sia sotto inchiesta da parte della Food & Drugs americana per danni all’ organismo umano, peccato che ogni anno vengano ritirate centinaia di medicinali testati con successo sugli animali e poi risultati dannosi sull’ uomo. Peccato anche che in Germania uno studio abbia dimostrato che una delle prime cause di morte sia dovuta ai medicinali dannosi) (tutti testati sugli animali peraltro)
            Caro Tommaso le cose bisognerebbe raccontarle bene.
            Saluti

          • Raccontale bene anche tu, allora. Non prenderne più neanche mezzo di medicinale…Dato che son tutti testati sugli animali e quindi nessuno funziona. Ti auguro di non avere mai nemmeno un raffreddore…

          • Mi sembra che stai reagendo in maniera scomposta. Su su dai, siamo tra amici. :)
            Capisco che dia fastidio essere contraddetti con dati di fatto e con prove però la tua risposta non fa onore alle tue idee. ;)
            Comunque la mia salute va benissimo.
            E la tua?

          • Eccone un’altro del club “prendo le tue affermazioni e le rigiro come voglio”. Ti ho augurato di non avere mai nemmeno un raffreddore, è una cosa bella quella che ti ho detto! Comunque, carissimo Nicola: se uno è contro determinate cose, non le usa e pace fatta. Giusto?

          • Veramente carissimo Tommaso sei tu che rigira le parole.
            E intanto non mi hai ancora risposto
            E’ vero o no che,ad esempio il Nimesulide -da te utilizzato come esempio di medicinale utile è proibito in molti paesi, che è sotto indagine per i suoi effetti?

      • Caro Fergus, considerato che i cani erano senza libretto sanitario, abbiamo quindi dovuto farli visitare rpetutamente e vaccinare, curare perchè avevamo i vermi, forme di bronchite e dermatiti, un affare economico non lo abbiamo fatto. Oltre all’impegno di tempo, considerato il tempo per abituarli a bere, a camminare e a fare i suoi bisogni: cose che qualsiasi Animale ha insiti ma che per questo trattamento animale avevano perso. Ma onestamente l’aspetto economico è stata l’ultima delle nostre preoccupazioni: quando si pensa a un Amico non si bada a spese e all’impegno. Su tante cose mi sto aprendo gli occhi: non compro piu’ prodotti testati sugli animali, e se ne trovano di economici, ad esempio quelli a marchio COOP. E’ vero i cani son animali e come tali vanno trattati: se ti perdi in un bosco speri che ti trovino i cani, ti commuovi per un bimbo trovato sotto le macerie dai cani, lasci la strada a un cieco con il suo cane, seguo i tuoi commenti e sorrido al mio Cane, è sfuggente, the Bourne identity.

        • “abbiamo quindi dovuto farli visitare rpetutamente e vaccinare, curare perchè avevamo i vermi, forme di bronchite e dermatiti”
          Lo sai perché? Perché sono animali da allevamenti specifici sulla ricerca, che vengono tenuti con i guanti in ambienti sterili da PRIMA della nascita.
          Poi arrivano i NazionalAnimalisti, spaccano tutto, rubano i cani e li portano all’esterno.
          L’unico maltrattamento di greenhill lo han fatto gli animalari, non gli allevatori, a cui interessa che siano sani e forti (certo, per venderli e tu mi dirai che è un male, ma sappi che la morale è relativa, atteniamoci ai fatti).

    • Veramente sono stati sotratti dalla polizia e dalla legge nel compimento di un indagine.
      sempre a.proposito di raccontare bene i fatti.
      Un pizzico di obiettivitá non guasterebbe, caro Tommaso.

        • Vedo che continui a rigirare le parole, io mi riferisco ai 2700 di cui parla l’articolo.
          E poi sai una cosa?
          Non c’è in nessuna foto la prova che i manifestanti abbiano fatto del male ai cani.
          O no?
          Sai un conto è manifestare legittimanente una opinione altro è stravolgere le cose e i fatti.

          • Chi rigira cosa? Non ci sono nemmeno le foto dei maltrattamenti subiti all’interno della struttura, ci hai fatto caso?

        • Ci sono però le intercettazioni dei dipendenti che ammettono di aver soppresso loro degli animali invece di chiamare dei veterinari, come prescriverebbero le norme.
          Ci hai fatto caso?

          • Esiste o no questa intercettazione?
            E poi sai le procure sono tante, fatte di uomini. Quello che dice un procuratore può essere diverso da quello che ne dice un altro.
            Sempre nell’ottica della stessa legge.
            Ma ripeto, l’intercettazione esiste o no ?

          • “da dimostrare la sua attendibilità”…tommaso,ma pensi che la gente passi le giornate al telefono a inventarsi storie,nella speranza che ci sia un processo contro l’azienda per cui loro stessi lavorano?dai giu,sii razionale,non darci contro a priori solo perche la pensi diversamente!!!

  7. TOMMY, IL CANE CHE PREGA DA QUANDO E’ MORTA LA SUA PADRONA
    Ha commosso l’Italia la storia del cane che da due mesi attende sul sagrato, o sotto l’altare della chiesa madre di San Donaci, il ritorno della padrona morta due mesi fa.
    In paese tutti lo chiamano Ciccio, ma il suo vero nome è Tommy, ed è un meticcio di circa sette anni. E’ uno dei randagi di cui la 57enne di San Donaci Maria Lochi si prendeva cura da anni, ma per la padrona aveva un posto tutto speciale. Era Tommy-Ciccio che la accompagnava in ogni dove, persino in chiesa, ogni sera, dove attendeva fuori dall’uscio la fine della funzione. Il fedele amico a quattro zampe ha accompagnato la donna anche nell’ultimo viaggio, quando al parroco don Donato Panna è toccato celebrare l’ultima funzione per l’addio a Maria. E’ da allora che il cane, varcando la soglia dell’edificio religioso in cerca della padrona, ne attende il ritorno accanto al sacerdote commosso come il resto della comunità dei fedeli, che non ha esitato ad adottarlo come il resto del paese. C’è chi gli dà da mangiare, tutti i giorni, mentre i bimbi gli hanno trovato un rifugio dove va a dormire.
    Cure che non gli hanno restituito l’aria festosa con cui accompagnava Maria fino a due mesi fa. Sono passati quasi due mesi da quando Tommy l’ha vista per l’ultima volta. L’unica salvatrice che lui e gli altri randagi del paese abbiano mai avuto, Maria Lochi non tornerà, ma lui non ci vuole credere. Nel giorno del suo funerale, Tommy è stato seduto di fianco al feretro fino all’ultimo. E ora non si arrende. Pensa che la sua mamma tornerà lì nella “Santa Maria degli angeli”. Allora non si muove. Rimane davanti al presbiterio. Tommy aspetta solo la sua Maria torni a prenderlo.
    In paese la conoscevano tutti e tutti la ricorderanno per sempre come l’angelo degli animali. Quella signora che nonostante le vicessitudini personali si è sempre dedicata anima e corpo ai dimenticati, agli indifesi.

    E’ sempre lì, sul sagrato della chiesa San Maria Assunta a San Donaci, dove tutti i giorni andavano a messa uno affianco all’altro e dove due mesi fa sono stati celebrati i funerali di Maria Lochi, 57 anni, una vita trascorsa a prendersi cura dei randagi. Sta anche in chiesa, sotto l’altare, a due passi dal parroco che distribuisce la comunione ai fedeli e lui lì, ad aspettare il ritorno della sua compagna di vita. Una storia, quella di Ciccio, che da mesi commuove un’intera cittadina………x quelli ke la pensano diversamente,un’umano con Odio l’avrebbe fatto????nn meritate risposte!!!!

      • serve per quelli che sono insensibili……..e che secondo loro i cani devono tornare da dove son venuti,e continuare ad essere usati da cavie!!!!

        • Quindi secondo te bisognerebbe prendere una decisione ragionevole basandosi solo sulla commozione e sull’emotività?

          • No,ma vedere che anche gli animali hanno un’anima come noi,solo che loro son animali e noi umani,ma sinceramente tanta differenza nn c’è la vedo!!!!!!!anzi loro amano incondizionatamente……mentre noi Umani viviamo di odio.perchè ci basta poco per odiare qualcuno,e visto che vogliono fare gli esperimenti,che si li facciano su di loro…

          • Maria, ci presteresti più volentieri tuo figlio o il beagle che hai in affido per gli esperimenti?

          • betty segui un minimo l andamento del mondo intorno a te?ti rendi conto che gli esperimenti sono considerati inutili da un numero sempre maggiore di scienziati?e allora voi cosa volete saperne?nn fate gli italiani medi,che sapete tre cose in croce a memoria e le ripetete di continuo…informatevi e poi aprite bocca

          • Informati tu, che sei tu l’italiano medio! dici che sei laureato in legge, e nemmeno sai che PER LEGGE la sperimentazione animale è un passaggio obbligato per l’immissione in commercio di un farmaco… e soprattutto, dato che sei laureato in legge, come diavolo fai a sapere che la sperimentazione animale è inutile? lascialo dire agli scienziati. quelli veri però!

    • Tommaso “per legge” non sono i prodotti a dover essere sperimentati ma i principi attivi. Che sono sempre gli stessi ma combinati diversamente. A meno di qualche fenomenale scoperta scientifica di cui non si sa nulla al momento. Credo che anche tu hai bisogno di un ripassino di basi. La tua arroganza trascende ignoranza.

  8. Alberto, leggere quello che scrivi a proposito dei criminali mi agghiaccia. Tengo a ricordare AL MONDO INTERO chi è stato, nella storia, il più grande sostenitore della tua teoria, ovvero animalismo estremo e test sui carcerati: era un famoso capo di stato Tedesco, sempre vestito in uniforme, con i baffetti. Hai capito bene Alberto, sto parlando di Adolf Hitler. Complimenti, hai un bel modello di ispirazione!

    • caro tommaso,la mia era una provocazione a ciò che dici te…hai mai letto dei bambini nati malati o malformi a causa di farmaci dannosi?beh questi farmaci venivano provati sugli animali,davano risultati positivi e poi venivano messi sul mercato.peccato che poi sull uomo avevano risvolti atroci,e ciò continua ancora ai nostri giorni.e se nn ne senti parlare è perche le multinazionali farmaceutiche stanno zitte e pagano miliardi per nn fare uscire queste verità…perciò te che tanto ami gli esperimenti sugli animali,considerandoli utili,informati prima…voglio proprio vedere cosa penserai di tutto questo…sono sicuro che dirai:il progresso nn può essere fermato e alcuni sbagli vanno accettati…ti prego,smentiscimi

      • tu parli della Talidomide? informati su un sito non animalista (e quindi fazioso e antiscientifico), e capirai cos’è successo davvero… poi se vuoi continuare a farti intortare da certa gente, prego,, fai pure. ma sei tu che non apri gli occhi, non io…

        • mi piacerebbe proprio sapere le tue illustri informazioni da dove le hai estrapolate.ti prego,illumina noi poveri stupidi animalisti

          • “illumina noi poveri stupidi animalisti”
            MAGARI ci si riuscisse. E poi piantatela con la Talidomide, la sperimentazione animale lì fu fatta con il culo: “oh, proviamo questo farmaco contro le nausee mattitine nelle gravide, ma badiamo bene a non usare cavie gravide, non si sa mai che inficino i risultati e poi non lo vendiamo”.
            Ve lo dico adesso e non lo ripeto più: Le cause farmaceutiche sono le più grandi sostenitrici dell’abolizione degli esperimenti sugli animali, perché per loro rappresentano un costo eccezionale.
            PS: notizia di meno di due mesi fà, il blocco BigPharma è stato inquisito per alcuni esperimenti umani non autorizzati nella germania est durante la guerra fredda “per tagliare i costi ed aggirare gli stringenti controlli del blocco occidentale”.

  9. Maria, grazie per l’attenta disamina che hai compiuto. Hai risolto in un unico post di poche righe due questioni assolutamente fondamentali:
    1)gli animali hanno un’anima? illustri filosofi quali San Tommaso d’Aquino e l’attuale Pontefice si sono espressi, ma col beneficio del dubbio, mentre tu hai la risposta! Grande!
    2)quali metodi alternativi usare alla sperimentazione animale? il dottor Cagno, i professori Veronesi e Garattini, nessuno aveva ancora trovato un’alternativa: ecco che arrivi tu e risolvi tutto con un bel “sperimentino su di loro”.
    Hai altre perle di saggezza per noi? Ti prego, svelaci il senso della vita!!!

    • tommaso,se sei tanto bravo trova te la soluzione migliore.sono sicuro che un altissimo luminare del campo scientifico come te saprà farlo…almeno maria parla con il cuore e la morale.te nemmeno con quella.quindi tu senza competenze scientifiche e senza morale,mi piacerebbe proprio sapere che soluzioni troverai

      • La soluzione migliore c’è gia, fintanto che non se ne sviluppino di nuove: la sperimentazione animale. Che fino ad oggi ha permesso di curare uomini e animali. Tu stesso probabilmente sei qui a parlarne perchè grazie alla sperimentazione animale sei stato vaccinato e/o curato quando ne avevi bisogno. Stai sputando nel piatto dove mangi e se non ti senti minimamente icoerente, problemi tuoi.

        • sputo dove mangio?mi pare tu stia pisciando fuori dal viso betty…1 vorrei sapere quanti dei miei medicinali provengano dagli animali.2 vorrei sapere quanti test sono stati sbagliati.ma te pensi realmente di valere piu di un animale?te pensi davvero di poter usare gli animali per gli esperimenti in numero illimitato o come meglio preferisci?la differenza tra persone e animali è la parola,per il resto nn sono certo piu inutili o stupidi di un uomo o una donna.

          • 1- TUTTI i farmaci sono testati sugli animali. è obbligatorio, per legge. 2-sì, lei vale più di un animale, in quanto razionale e dotata di coscienza di se. 3-gli animali non sono usati “in numero illimitato o come meglio preferiamo”, ci sono delle norme stringenti (per fortuna) che ne limitano l’utilizzo in numero e modalità. 3-la differenza con gli animali non è solo di parola… tant’è che tu non vai in giro nudo e non fai i tuoi bisogni dove capita. come dicevo è un discorso di razionalità e coscienza di se.

          • “non vai in giro nudo e non fai i bisogni dove capita”…ma te ci credi davvero in queste cose che dici?le dici tanto per fare o credi davvero ti aver detto una frase intelligente e razionale?

          • e per la cronaca caro tommasino,in africa ci sono tribù che non hanno abiti e cagano in giro…loro come li consideri,animali?dai per piacere,i tuoi discorsini non attaccano,non hanno nè capo nè coda

          • e della coscienza di se e della razionalità che mi dici? e del fatto che per lege i farmaci vadano testati su animali (in tutto il mondo è così, non solo in italia…) che mi dici? ma tu ci credi davvero alle storielle da walt disney che racconti, o è solo perchè attaccare il cervello è troppo faticoso?

          • fammi capire,le leggi ti sembrano giuste?non hai mai detto o pensato “è l ora che queste leggi sia cambiare?”…le leggi sono fatte per stare al passo con i tempi,perciò devono essere cambiate là dove nn siano piu efficaci come un tempo

          • in italia è stata recepita la normativa europea del 20 settembre 2010. La legge non è vecchia nè superata. Oltretutto è stata approvata dall’organizzazione animalista “Eurogroup for animals” (a cui aderisce anche la LAV) già in fase di disegno. La nuova direttiva europea introduce nuove regole, ben definite e ancora piú restrittive delle precedenti (datate 1986) circa il tipo di procedure permesse e circa i metodi, soprattutto per quanto riguarda gli interventi chirurgici e le pratiche che possono indurre stress o dolore. La normativa è ispirata alla “regola delle tre R”. La sperimentazione animale in Europa è consentita solo a scopo medico: in Europa è vietato usare sperimentazione animale per testare cosmetici. Questo divieto esisteva già e la nuova normativa lo ha mantenuto. Quando si opera un animale da laboratorio, esattamente come quando si opera un essere umano, lo si fa sempre in anestesia generale o locale, a seconda delle indicazioni. Diverso è il caso degli esperimenti in cui si studia il dolore, ma del resto gli esperimenti in vivo sul dolore rappresentano una percentuale infinitesimale di tutta la ricerca mondiale. Inoltre, non dimentichiamo che è proprio grazie a quegli esperimenti che oggi abbiamo anestetici e analgesici che ci permettono di curare milioni di persone ogni giorno attraverso interventi chirurgici. In Italia l’uso di animali randagi per sperimentazione è vietato fin dal 1991 e questo divieto assoluto rimane anche con la nuova direttiva europea. Infine, la nuova direttiva introduce una lunga lista di regole pratiche per definire elementi fin’ora affidati solo al buon senso delle singole istituzioni, elementi che vanno dalle condizioni di allevamento degli animali, alle responsabilità del personale addetto; dall’istituzione di un centro europeo per la convalida dei metodi alternativi, all’istituzione di organi di ispezione e controllo, e cosí via.

      • Tu cosa ne sai che sono senza competenze scientifiche? e cosa ne sai che sono senza morale? Proprio tu che sei filonazista parli di morale? bisogna piantarla di pensare che chi ragiona in base al sentimento abbia una morale, e chi invece ragiona col cervello no. non accetto lezioni di morale da un laureato in legge che viene qui a spiegare agli altri come infrangere la legge stessa, e suggerisce di saltare la sperimentazione sugli animali per provare farmaci direttamente sugli uomini!

        • dalla tua ultima risposta si vede che le tue competenze scientifiche sono scarse quanto le mie….la scienza,gli scienziati,e in numero sempre maggiore,sostengono di poter fare a meno degli animali,perche INUTILI.e allora perche continuiamo a fare quel che fanno in paese del terzo mondo?è l ora di piantarla e fare le persone intelligenti,anche se in italia nn lo siamo molto

          • citami QUALI scienziati. In genere quelli che dicono “c’è un’alternativa alla sperimentazione animale” sono persone autodefinitesi “scienziati”, che in effetti non hanno alcuna pubblicazione scientifica. e oltretutto, se questa alternativa esiste, perchè non la discutono? perchè non pubblicano un articolo scientifico che la onga al vaglio di altri scienziati? ti informo che la sperimentazione animale non è fatta per guadagnarci sopra, anzi! ha un costo elevatissimo! se veramente un’alternativa ci fosse, le case farmaceutiche (che come dici tu, pensano solo al guadagno) sarebbero le prime ad investirci!

          • infatti mi pare che già alcune case farmaceutiche stanno seguendo queste nuove strade…e per avere gli elenchi di queste multinazionali basta andare su qualsiasi forum tecnico-scientifico

          • metti il link. a me risulta che NESSUNO applichi “metodi alternativi”, in quanto non esistono. quelli che coi spacciate per alternativi sono metodi COMPLEMENTARI. spero tu capisca la differenza.

          • cmq sia andate su google e cercate le case farmaceutiche che nn fanno esperimenti.ce ne sono a migliaia…il link nn lo fa pubblicare qua sopra,è troppo pesante…cercatelo su google

          • QN non è il New York Times. E, anche se fosse, il New York Times non è una rivista scientifica di settore, nè tantomeno peer-reviewed. Su google si trovano associazioni che finanziano ricerca senza animali, non si trovano case farmaceutiche che producano farmaci veri senza l’uso di animali… come la mettiamo?

          • la mettiamo che devi cercare a modo le cose,non come ti torna meglio a te…e poi:credi davvero di avere piu conoscenze del new york times???se lo pensi davvero,allora PER FAVORE candidati per queste elezioni e giuro che ti voto…

          • Cosa non capisci della differenza fra “spara cazzate” e “non ha autorità in materia”? pensavo fosse chiaro…

          • per tua sfortuna abito in inghilterra e so benissimo cosa sia e cosa riguardi…ripeto:pensi che il new york times scriva cavolate?pensi di saperne piu di loro?allora ti prego,di nuovo,candidati alle elezioni

  10. Come al solito:
    Quando qualcuno mette davanti agli occhi di certa gente la verità, questi scappano.
    La verità è molto poco interessante, meglio le fantasie, le teorie complottistiche, la caccia alle streghe.
    Meglio addossare la colpa di tutto alle lobby farmaceutiche, alla politica consenziente, a “chi non fa niente”…
    Meglio agire sulla spinta di un sentimentalismo irragionevole, che ci fa credere di avere una “moralità superiore” rispetto agli altri,
    che “non capiscono”, che “non hanno sentimenti”, che “sono sadici”, che “non amano gli animali”.
    “All’apparir del vero, tu miser[o] cadesti…”

    • no a differenza di qualcuno,la gente lavora e studia,e nn ha tempo da perdere con certi soggetti…cmq sia ci si rivede dopo il 21 febbraio e si vede chi ride di più…ciao professori

  11. Ho letto tante cattiverie, si cattiverie.Sembra quasi che ci sia una sorte di compiacimento nella rarissima possibilità che grenn hill possa vincere la causa e i cani debbano essere restituiti. I cani è vero sono stati dati in affido ma non perchè il “padrone non li porta fuori almeno 4 volte al giorno a fare pipì,o perchè lo sculaccia se combina qualche guaio,o se si dimentica di riempire la ciotola dell’acqua ma perchè questi cani come tutti gli altri animali da vivisezione vengono letteralmente torturati. Invito tutti coloro che parlano solo per dar fiato al cervello di guardarsi qualche filmato che passa in internet sulla vivisezione “animal amnestry” vi può dare l’idea di cosa sto parlando. Dopo di che se ibeagle sono cani di razza non vuol dire che è per questo che sono stati presi ma per essere salvati!!! Se questo può creare qualche fastidio a qualcuno vada a faarsi un giro nei canili perchè c’è anche chi li ha restituiti essendo cani non facilmente gestibili.

    • A Green Hill nessuno torturava cani, Green Hill è un allevamento. Chi fa sperimentazione animale non tortura animali, cerca un rimedio per una malattia, e se arrivi a pensare che tutti gli sperimentatori si divertano a torturare gli animali, è proprio a causa della visione distorta delle cose che ti offrono questi filmati su youtube. Su Youtube girano filmati convincentissimi di qualsiasi cosa, alcuni che spiegano per filo e per segno come l’olocausto non ci sia stato, e sia tutta un’invenzione degli Ebrei. Ci credi? Io no. Ci sono alcuni che mostrano calciatori e li fanno sembrare dei fenomeni. Ci credi? Io no. Ci sono alcuni che fanno sembrare degli scienziati dei pazzi. Ci credi? Io NO! Il “compiacimento” è dettato dal fatto che su Green Hill sono state raccontate troppe panzane (che poi tutti, senza giudicare, prendono per vere), e chi persegue la verità sarebbe felice che tali menzogne venissero una volta per tutte sconfessate, restituendo dignità a chi, con tutte le probabilità, non ha mai fatto nulla di illegale ed immorale, anzi si è visto sottrarre ciò che è suo.

  12. Povero Tommaso, mi fai tanta tenerezza. Non so quanti anni hai e perchè parli in questo modo. Non so e non voglio neanche sapere di quale idea politica tu sia(anche se è molto facile da capire). Ma se tu potessi vedere la cagnolina che ha preso una mia amica salvata da green hill cambieresti subito idea sul fatto che non sia stata torturata, onore a chi ha fatto queste adozioni del cuore! Per quanto riguarda la storia mi dispiace che tu l’abbia solo letta “forse” sui testi di scuola e non hai avuto parenti che le persecuzioni razziali le hanno sperimentate sulla loro pelle e ti posso assicurare che dove vivo io di testimonianze vere ce ne sono ancora. Se tu potessi passare anche solo 5 miseri minuti della tua povera vita, sono sicura che la penseresti diversamente. Dopo di che non ritengo più il caso di sprecare ulteriormente il mio tempo con gente come te!!!

    • Hai letto quello che ho scritto, o stai strumentalizzando il tutto? Ho detto che su youtube ci sono filmati che dimostrano TUTTO e il contrario di tutto. Ho scritto che ci sono persone che arrivano a negare l’olocausto, e come ho detto prima, io NON CREDO A QUESTA VERSIONE DEI FATTI, ovvero sono convinto (grazie alle prove tangibili che tutti abbiamo e possiamo vedere) del fatto che l’olocausto è avvenuto. Non leggere nelle mie frasi cose che NON HO DETTO. Detto questo, ora cito cose che tu hai detto: 1) “Non so e non voglio neanche sapere di quale idea politica tu sia(anche se è molto facile da capire)”. Di che idea politica sarei? cosa c’entra l’idea politica con quel che ho scritto? 2) “onore a chi ha fatto queste adozioni del cuore” sono AFFIDI, non adozioni. [http://www.fermaregreenhill.net/wp/wp-content/uploads/42924_Contratto_affido.pdf] Chiamiamo le cose col loro nome! 3) “non hai avuto parenti che le persecuzioni razziali le hanno sperimentate” razziali no, ma mio nonno è stato in campo di concentramento in germania, e ho personalmente visitato Auschwitz, Birkenau e Dachau. 4) “5 miseri minuti della tua povera vita” tieniti questi giudizi per te. Io non ti ho insultata, e tu definisci misera la mia vita? 5) “non ritengo più il caso di sprecare ulteriormente il mio tempo con gente come te” comodo cosi! Insulti e scappi?

      • politica o meno tommaso,stai dicendo solo ciò che ti pare e non sei una persona imparziale e obiettiva.perche 1 se è stato aperto un’indagine su green hill vuol dire che qualcosa nn andava.2 i cani sono tutti con problemi,perciò che nn li trattasero civilmente o dignitosamente è palese (e c’è il PENALE per questi maltrattamenti) 3 non fare il tuttologo solo perche ti trovi di fronte a un pc con wikipedia,ok?non fare vedere a tutti quanto sei acculturato o intelligente,perche non ci interessa.a noi interessano questi animali,non te,4 puoi dire che ti pare,ma per me varrai sempre meno del new york times a livello scientifico e culturale,fino a quando non sarai uno riconosciuto a livello internazionale come loro.a quel punto puoi anche dirlo che il NYT nn sa nulla a livello scientifico e te ne sai di più,ma fino ad allora,PER PIACERE,stai con i piedini per terra e sii onesto e riconosci almeno chi ne sa piu di te.

        • 1-è stata aperta per il casino mediatico che avete generato. tant’è che non stanno trovando nulla che non vada; 2-vedremo se li incrimineranno di qualcosa. per ora, ciò che è palese, è la faziosità degli animalisti! ma non avevano tagliato le corde vocali ai cani? com’è che ora ce le hanno tutti le corde vocali? 3-che tuttologo faccio? sei tu che sei laureato in legge, vivi altrove, e vieni a sparare sentenze su una cosa che non conosci… 4-non sto dicendo che il NYT non sa niente, ma che NON E’ AUTORITA’ A LIVELLO SCIENTIFICO. Ancora, a quanto pare, non ti è chiaro cosa vuol dire… Chi ne sa più di me sono gli scienziati riconosciuti a livello mondiale, e guarda caso sono tutti a favore della sperimentazione animale! Riconosci questo, almeno, con onestà! Qui la gente INSULTA e fa illazioni sulle mie preferenze politiche, e poi non risponde in merito alle questioni sollevate…

    • grazie anna,e continua a lottare e difendere gli animali.meritano piu tutela di moltissimi altri essere viventi

      • Sono lieta di sapere che ci sono tante persone che hanno a cuore queste tematiche.anche perchè sono convinta che se c’è rispetto e amore per gli animali non può non esserci anche per gli umani. Solo chi non capisce questo non merita di essere considerato. Certe persone dovrebbero capire che se un animale uccide o ferisce, lo fa per sopravivenza,l’uomo lo fa per puro sadismo e crudeltà. Non ci meritiamo quello che ci è stato donato. Ho paura che prima o poi la pagheremo con gli interessi. Comunque quello che importa è che i bigolini (come li chiamo io) vengano salvati da quegli aguzzini e che tutti i green hill del mondo vengano chiusi. Grazie ancora a te e alle persone che come te fanno sentire forte la voce di chi non si può difendere dall’arroganza di certa gente.

  13. Scusa Nicola ti rispondo qui, che sta diventando un casino! ;)
    Parto col dire che, purtroppo, non avendo la verità assoluta, la Scienza va avanti per tentativi, per passi, per scoperte ed errori, per successi e fallimenti. In ogni caso il metodo, fin qui, è vero che ha prodotto dei fallimenti, tuttavia ha prodotto anche sensazionali scoperte, e mi riferisco alla moltitudine di farmaci ed interventi che sono efficaci. Puntare il dito sugli errori è un po’ meschino, non trovi? Ed i successi dove li mettiamo?

    In secondo luogo.. secondo te, di tutte le fasi della sperimentazione di una molecola, è proprio la Sperimentazione Animale quella che non funziona? Non è che stiamo puntando il dito su un particolare perchè ci conviene farlo? E se fosse un’altra la fase problematica?

    • E se invece fosse quella la fase che non va? Non puoi saperlo nemmeno tu.
      Invece non si tratta di essere meschini ora stai diventando offensivo non credi? ;)
      No si punta il dito sugli errori, gli errori e i dubbi servono a migliorarsi, servono come esempio, come base. Le certezze assolute invece falliscono in maniera assoluta.
      E’ la storia stessa che lo dimostra.
      O pensi anche la storia sia meschina ? ;)

      • Penso che puntare il dito solo sugli errori, nascondendo i successi, sia meschino. Penso sia meschino attaccare a spada tratta la Sperimentazione Animale, che ha principalmente lo scopo di scremare le molecole che risultano tossiche sull’animale, impedendone successivi test sull’uomo. Quello che tu dici “non funziona” è in realtà la naturale evoluzione della scienza, che cambia strategie in base alle scoperte che si compiono. Evitare la S.A. avrebbe come unico risultato passare direttamente dai test su cellule ai test sull’uomo, con conseguenze deleterie se il risultato che vuoi ottenere è evitare nuovi talidomide e nimesulide. Non è togliendo test che la sicurezza migliora, magari aggiungendone altri diversi… Sarah come ti contatto?

        • Io e te siamo diversi, non c’è niente da fare.
          Detto sinceramente adesso si che sono convinto che tu sia dogmatico.
          (legittimo anche questo, del resto siamo solo esseri umani…)
          Io invece credo che rimanere nell’ambito della S.A sia solo un modo comodo per non voler cercare altre strade.
          Ci sono anche motivi etici che contrastano con la S.A
          A me che siano sperimentati medicinali su animali in stato di gravidanza, tanto per fare un esempio tra tanti è una cosa che non potrò mai accettare…dato che i risultati come si è visto nella migliore delle ipotesi sono dubbi poi ancora meno.
          Ti auguro buona giornata.
          Non ti risponderò più. ;)

          • Mi spiace che non mi risponderai più, il confronto con te era il più interessante. Rimanere sulla S.A. mi sembra l’unica strada attualmente praticabile, e le strade alternative si stanno cercando comunque. Come ho gia detto a nessuno fa piacere sperimentare sugli animali, si potesse evitare lo si farebbe. I primi a volere un’alternativa, ti assicuro, sono le farmaceutiche, sicuramente non per questioni etiche, ma per una questione di costi. Per quanto riguarda le questioni etiche, l’alternativa attuale a sperimentare su animali è, purtroppo, sperimentare direttamente sulle persone… e sono convinto che, eticamente, abbia un peso ben diverso anche per te…
            Buona giornata anche a te, e in bocca al lupo!

  14. Adesso si può cambiare il titolo di testo in ” 2600 beagle non torneranno a green hill “. EVVIVA alla faccia di tanta gente!!!!!!

    • Questa è un ottima notizia !
      Sono felice per quelle famiglie, per i cani e per tutto il mondo animalista.

  15. Oggi per me e la mia famiglia è uno dei giorni più belli della nostra vita,non solo perchè Tommy resterà con noi ma perchè giustizia è stata fatta. Onestamente per come vanno le cose in Italia non ci speravo,ma dopo la manifestazione di sabato l’Italia ha fatto sentire la sua voce: ” basta maltrattamenti su animali, basta a tutti i lager green hill sparsi per il mondo, basta considerare gli animali come cose. Hanno un fegato, i reni, i polmoni tutto come noi, ma hanno anche un cuore un gran cuore che la gran parte della gente se lo sogna! GRAZIE A TUTTI !

  16. LA GENTE SI DIMENTICA DEI CANI DA SOCCORSO,DEI CANI ANTI DROGA E DEI CANI PER I NON VEDENTI…FACILE UTILIZZARE GLI ANIMALI COME CAVIE MA POI CERCARLI QUANDO NE ABBIAMO BISOGNO….DOVREMMO VERGOGNARCI

  17. SENTENZA CASSAZIONE 28 FEBBRAIO 2013:
    “La Suprema Corte ha confermato la validità del sequestro dei Beagle che, con questa decisione, diviene preventivo rendendolo così più forte. I nostri legali sono impegnati per intervenire nel processo che a breve si aprirà per punire i responsabili di maltrattamenti, anche aggravati dalla morte, e di uccisione di animali e far chiudere definitivamente l’allevamento bresciano“.
    I mesi trascorsi dai primi affidamenti si sono rivelati determinanti per l’esaustiva ricognizione dei cani sottoposti a sequestro mediante costanti osservazioni. In particolare, dagli accertamenti in corso sulle cagne femmine in affidamento alle due associazioni, si è potuto appurare come un’elevatissima percentuale delle fattrici adoperate da Green Hill abbia presentato segni evidenti di proestro (fase di sviluppo dei follicoli) una volta al mese, e addirittura, in alcuni casi ogni 15 giorni, a differenza dei sei mesi regolari di un ciclo normale. Al riguardo gli animalisti specificano: “Si sta indagando sul perché di questa grave anomalia, che influisce negativamente sulle condizioni di salute di questi poveri cani, in particolare si sta tentando di verificare se sia da mettere in relazione con la somministrazione illegittima di farmaci volti appunto a provocare una situazione di continua capacità riproduttiva”.
    “Questa indagine -concludono gli attivisti- non solo fa emergere gravissime responsabilità penali sugli autori, ma consiglia anche un’attenzione investigativa che deve continuare sino a che non si otterrà una risposta chiara e precisa su quello che avveniva a Green Hill”. La delibera di oggi da parte della Suprema Corte è pertanto una nuova ed importante tappa giudiziaria che non esaurisce, ma al contrario incoraggia la prosecuzione e la stabilizzazione di un’attitudine umana che sia, se non amorevole, per lo meno rispettosa dei diritti di chi cammina a quattro zampe.

  18. VI è sufficiente adesso?oppure sosterrete che è stato un processo falso e cosparso di corruzione?

    • @ Alberto
      E’ chiarissimo.
      Purtroppo lo sai meglio di me che ci sarà sempre gente che negherà i fatti e la realtà .
      Comunque come dicevo : ha giudicato la magistratura e la sentenza parla da sola.
      Buona serata a te.

      • hai ragione nicola.negare la realtà fa parte dell’essere umano che non accetta la sconfitta.una sconfitta giusta e meritata.ciao,buona giornata ;-)

Comments are closed.