BRESCIA – Blitz contro la prostituzione. 42 arresti e chiusi 4 centri massaggi

1

Si presentavano come centri benessere per massaggi orientali, ma in realtà all’interno venivano sfruttate decine di giovani donne cinesi costrette dai titolari dei negozi a fare sesso a pagamento con i clienti. Così questa mattina i dirigenti della Squadra mobile di Brescia hanno chiuso e messo sotto sequestro quattro centri che esercitavano queste pratiche.

Le donne non si limitavano a eseguire massaggi rilassanti ai clienti che arrivavano in città, ma erano indotte a pratiche hard ricevendo fino a 50 euro per ogni cliente. Le forze dell’ordine che hanno operato il blitz nei centri incriminati hanno smascherato l’attività illecita di prostituzione, sequestrando 50 mila euro e i registri sui compensi delle donne che lavoravano, per loro poche centinaia di euro al mese.

Nell’operazione sono state arrestate 42 persone, di cui 28 cinesi e 14 italiani e sequestrati quattro centri tra cui proprio il “Kaori” sul quale poco tempo fa erano stati puntati i riflettori dopo che alcuni residenti di via Oberdan avevano chiesto di verificare le attività del centro. Il lungo ordine di arresto è stato firmato dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brescia Paolo Mainardi sulla richiesta del pubblico ministero Lara Ghirardi. Tutte le persone arrestate sono accusate di associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione oltre che falsa regolarizzazione di cittadini extracomunitari.

 

GUARDA IL VIDEO DELL’OPERAZIONE

 

1 Commento

Comments are closed.