BARDOLINO – Vertice per discutere della crisi: fino al 2014 nessuna ripresa

0

Nei giorni scorsi, presso l’hotel Caesus a Bardolino, si è discusso delle possibili evoluzioni della crisi economica in cui l’Italia versa. L’incontro è stato organizzato dal Rotary Club Peschiera e del Garda Veronese.

Tra i relatori anche il dottore commercialista Alfonso Sonato, che si è concentrato sulle difficoltà attraversate dall’Italia. Nel 2012 si è registrato un crollo pesante dei consumi, affiancato però da qualche aspetto positivo legato alla crisi, come il miglioramento della competitività e la contrazione dei debiti delle imprese nazionali.

Bardolino crisi
Salvadanai sempre più magri per gli italiani

“Alle prese con il pagamento dell’Imu, i consumatori – ha spiegato Sonato – hanno tirato la cinghia: la seconda settimana di dicembre si è chiusa con una diminuzione degli acquisti dell’ordine del 4%. Le prospettive negative per il reddito disponibile si rifletteranno sulla spesa sostenuta dalle famiglie, venendo meno l’effetto mitigante dato dal cuscinetto del risparmio osservato nel corso degli ultimi anni. Secondo i ricercatori, nel triennio 2012-2014 la spesa si ridurrà in media dell’1,3% l’anno: solo nel 2014 ci si può attendere un timido miglioramento, o per lo meno una stabilizzazione dei livelli di consumo”.

Nel corso dell’incontro è intervenuto anche Nicola Perali, direttore generale di ‘Private wealth advisory di Ifa Consulting’, che ha analizzato la situazione finanziaria a livello internazionale: “Per risolvere la crisi attuale esistono due vie principali: puntare alla crescita e mirare all’architettura europea, cercando di risolvere gli errori fatti al momento della creazione dell’euro”

Alla serata del Rotary Club Peschiera e del Garda Veronese ha partecipato anche Mario Tommasi, responsabile Gestioni patrimoniali della Banca Aletti del gruppo Banco Popolare, che ha riportato la propria esperienza sul fondo monetario internazionale.