MONTICHIARI – Una giornata per ricordare i piloti del passato

0

Una giornata per ricordare i nostri piloti diventati eroi. Oggi, l’Istituto del Nastro Azzurro ci Montichiari, l’Assorama di Brescia, l’Associazione Arma Aereonautica e il Club 124 Freccie Tricolori, organizzeranno una giornata di festa e di memoria, che coinvolgerà si Brescia che Montichiari.

aereo 1940Perché proprio oggi? Il 19 gennaio è una data che unisce almeno due eventi fondamentali della storia dell’aviazione cittadina: nella notte tra il 18 e il 19 gennaio del 1991, il maggiore Gianmarco Bellini, oggi generale, viene abbattuto e fatto prigioniero mentre volando sui cieli iracheni. Diversi anni prima, nel 1940, sempre il 18 gennaio, molti aviatori di Montichiari partirono da Ghedi, per la Libia. Ecco dunque che la data è la stessa, e non può passare inosservata, il programma per la giornata di oggi sarà il seguente: alle 10 nell’Auditorium San Barnaba in corso Magenta, a Brescia, è in programma un incontro con il generale Bellini, che racconterà cosa è realmente accaduto nella notte tra il 18 e il 19 gennaio nei cieli tra il Kwait e l’Iraq. L’incontro sarà moderato da Nunzia Vallini, direttore di Teletutto e vice direttore del Giornale di Brescia. inoltre verranno presentate le iniziative della Pattuglia Acrobatica Wefly, una pattuglia al mondo composta da disabili, e quelle dell’associazione “Un sorriso di speranza onlus”, composta dai genitori dei ragazzi disabili e cerebrolesi di Montichiari.

Alle 18, finalmente a Montichiari, nella chiesa parrocchiale di Borgosotto verrà celebrata la messa, in memoria di tutti gli aviatori monteclarensi defunti, in particolare di quelli che partirono il 18 gennaio del 1994, la maggior parte dei quali non fece più ritorno.