BRESCIA – “Isaia & l’Orchestra di Radio Clochard” con tanti successi

0

La band “Isaia & l’Orchestra di Radio Clochard”, fondata nel gennaio del 2009, propone canzoni dal carattere popolare ricche di melodie, sostenute da un ritmo coinvolgente forte di emozioni perché semplice e immediato. I “Radio Clochard” cantano la vita: una vita fatta di gioie, amori e dolori di persone comuni. Storie verosimli, tragedie “semiserie”, fantasticherie di ogni sorta tra tirate country (La Ballata di Donald, Babbo Natale) e momenti più intimi e riflessivi (Aspettando l’Una, Milonga della Democrazia). Un “supergruppo” che schiera sul palco una formazione del tutto acustica: chitarra e voce (Isaia Mori), violino (Stefano Zeni), banjo e chitarra (Antonio D’Alessandro), tromba (Max Pietta), fisarmonica (Stefano Caprini), basso (Federico De Maria), batteria (Giovan Paolo Decca Rodriguez).

Brescia Isaia
I clochard della musica bresciana

Il 22 maggio 2010 esce ufficialmente il primo lavoro discografico dal titolo “Lo spacciatore di serenate” per la giovane etichetta indipendente “Edizioni Diffusione Arte” (www.diffusionearte.com); il 7 aprile 2011 presentano in uno show il videoclip della canzone “Aspettando l’Una” grazie al quale nell’ottobre 2012 vincono il premio “the best video” in occasione del “Alle Tattoo Contest Guinnes World Record & Rock Shock Inc.”, un evento organizzato in collaborazione di “Virgin Radio” e “Sky”. Il 13 dicembre 2011 pubblica un disco dal vivo “Barcollo, ma non crollo…Live!” (Edizioni Diffusione Arte) fotografia estiva della frenetica attività concertistica tipica della band.

Nel novembre 2010 racconta in una canzone cronaca (La Gru) la storia dei ragazzi immigrati che per rivendicare i propri diritti, si arrampicarno sulla gru del cantiere della metropolitana di Brescia. In seguito a  questi avvenimenti Isaia e l’Orchestra Radio Clochard hanno la fortuna di conoscere e condividere il palco durante una serata con il premio nobel Dario Fo. Partecipano al “Goi De Contala?”, nota compilation dialettale bresciana, con la canzone “Maja Föm” (in italiano “mangia fumo”) (2011), dedicato al coraggio e alla professionalità dei pompieri, e nel 2012 riarrangiano un  brano dei “Gufi” interpretata da Nanni Svampa del 1968 dal titolo “La Balata del Pitùr” (titolo originale “La Ballata del Pitór”). Ultimo singolo, presente nella “Diffusione Arte Compilation Vol. 1”, “Pinocchi”, canzone dedicata ai politici italiani.

L’attività concertistica, interviste radiofoniche e comparse televisive su diverse emittenti nazionali ampliano il raggio d’azione della band bresciana che frequentemente si esibisce oltre i confini della provincia della propria città.

Per info: www.isaia.tvorchestradellaradio@gmail.com