GARDA e TORRI DEL BENACO – Lezioni di pronto soccorso per formare nuovi volontari

0

La Croce Bianca dei Comuni di Torri del Benaco e di Garda ha bisogno di nuovi volontari: così, ha deciso di avviare un corso di primo soccorso, aperto a tutti, che si articola in un ciclo di venti lezioni, nelle quali saranno affrontati sia aspetti teorici che pratici.

Torri pronto soccorsoGli incontri si terranno nella sede dell’associazione, in via Gardesana 15, a Torri del Benaco e gli insegnati saranno medici e infermieri professionali. Il corso durerà fino alla fine del mese di marzo e verranno trattati argomenti come patologie mediche d’urgenza, arresto cardiocircolatorio, malattie cerebrovascolari, traumi causati da cadute accidentali o da incidenti stradali. Alla fine del corso, i partecipanti saranno chiamati ad affrontare un test ed una prova pratica per mettere alla prova le competenze acquisite. I volontari saranno poi affiancati nel corso del periodo iniziale di formazione da operatori specializzati.

Le lezioni, che prenderanno avvio domani, giovedì 17 gennaio, si terranno due volte a settimana nelle serate di lunedì e giovedì, dalle 20,45 alle 22,15. Anche ragazzi minorenni possono partecipare al corso, purché abbiano compiuto il 16esimo anno di età. Tuttavia, una volta ottenuto l’attestato, che verrà rilasciato alla fine del corso, solo le persone maggiorenni potranno effettuare interventi di primo soccorso in ambulanza ed intervenire sui pazienti.

“Questo servizio rimane fondamentale per il territorio – ha detto Attilio Bellorio, presidente della Croce Bianca di Torri e Garda – . Purtroppo negli ultimi anni abbiamo notato un calo di partecipazione”. L’associazione, che nel 2012 ha effettuato quasi 1.400 interventi d’emergenza e quasi duemila trasporti, fino a pochi anni fa contava su oltre 150 iscritti e tramite questa iniziativa spera di incrementare i 70 volontari dell’associazione. “Per il nostro gruppo sarebbe fondamentale trovare nuove persone disponibili a investire parte del loro tempo libero in questa attività impegnativa ma capace di dare grandi soddisfazioni”, ha concluso Bellorio.