ORZINUOVI – Mostra alla Rocca di San Giorgio e altri appuntamenti

0

La Rocca di San Giorgio, si conferma, anche quest’anno come polo delle attività culturali e degli incontri del comune di Orzinuovi.

Rocca di OrzinuoviEcco i prossimi appuntamenti in programma: “Filosofi lungo l’Oglio”  per la seconda edizione di “Fare memoria”, giovedì 17 gennaio, dalle 20.45 con la partecipazione di David Meghnagi verrà analizzata la scrittura e la testimonianza delle opere di Primo Levi. Il secondo appuntamento è fissato per venerdì 1 febbraio, sempre alle 20.45 nella Sala Belvedere della Rocca “Voci femminili” di Maria Alloisio, una serata dedicata alla donna, tra poesie, musiche, canti e balli.

Oltre a conferenze di vario genere, la Rocca ospiterà anche una mostra i pittura: “Oltre, otto artisti al di là dell’apparenza”, curata da Angela Madesani, che verrà inaugurata sabato 9 febbraio alle 18. Ecco gli artisti in mostra: Pierpaolo Curti (1972), Pietro D’Agostino (1958), Sandro De Alexandris (1939), Ivan De Menis (1973), Maurizio Donzelli (1958), Antonio Marchetti Lamera (1964), Nada Pivetta (1970), Fiorenzo Rosso (1955).

L’evento, è prima di tutto una riflessione incentrata sull’essenza e sull’operato artistico attraverso i diversi linguaggi dell’arte: dalla pittura alla scultura al video, all’installazione alla fotografia. “Otto artisti, il cui lavoro costituisce un’analisi preziosa sul fare artistico contemporaneo, uniti in una coralità tutt’altro che casuale. Non una mostra collettiva dunque, ma una riflessione sul superamento dell’effimero nel panorama dell’arte contemporanea italiana”.

Ognuno degli artisti presenti interpreta l’ “Oltre” in modo originale e personale. Infatti, si legge nel comunicato stampa: “ é una riflessione sul senso e l’utilizzo dei materiali quella della milanese Nada Pivetta, della quale sono in mostra alcuni lavori di ceramica. Ombre urbane, legate alla città traspaiono nelle opere pittoriche del bergamasco Antonio Marchetti Lamera. Una dimensione straniante e frastornante è nei grandi dipinti figurativi dell’artista lodigiano Pierpaolo Curti, in cui il richiamo è alla solitudine dell’uomo contemporaneo. Quella del bresciano Maurizio Donzelli è una riflessione sull’oggetto simbolo del senso dell’apparenza,  lo specchio, con tutte le sue implicazioni. Lo specchio è presente anche nel lavoro del vercellese Fiorenzo Rosso, con i suoi grandi cannocchiali precinematografici. Sono riflessioni sulla pittura non figurativa, sulla stratificazione della materia quelle presenti nei lavori del torinese De Alexandris e del trevigiano Ivan De Mensis, appartenenti a due generazioni diverse, ma accomunati dal senso della ricerca.  Le sculture fotografiche del romano Pietro D’Agostino sono un tentativo, riuscito, di donare la tridimensionalità a un oggetto di per sé bidimensionale, la fotografia”.

Angela Madesani storica dell’arte e curatrice indipendente  è autrice, fra le altre opere, del volume “Le icone fluttuanti Storia del cinema d’artista e della videoarte in Italia” e di “Storia della fotografia” per i tipi di Bruno Mondadori. Ha curato numerose mostre presso istituzioni pubbliche e private italiane e straniere, collabora con alcune testate di settore. È responsabile della collana di fotografia e arte di Dalai editore, all’interno della quale ha realizzato numerosi volumi di prestigiosi autori fra i quali: Gabriele Basilico, Franco Vaccari, Vincenzo Castella, Francesco Jodice. Oltre che all’Accademia di Brera di Milano, insegna all’Istituto Europeo del Design di Milano.Collabora con alcune riviste di settore tra le quali Artribune e Arteecritica.

Altri appuntamenti importanti, che però si terranno alla biblioteca civica di Orzinuovi, saranno degli incontri a sostegno dell’allattamento materno. Tutte le neo e future mamme sono invitate a partecipare, dal 16 gennaio dalle 11 alle 13. Questi incontri sono organizzati da “La Leche League Italia”, lega a favore dell’allattamento materno.