CHIARI – Morto sul lavoro: giudizio rinviato

0

Era morto sul posto di lavoro quasi un anno fa, Sherbet Bashmeta, operaio di Chiari che lavorava in un cantiere della Brebemi a Calcio. Ad un anno dalla sua scomparsa, sei persone sono state rinviate a giudizio, lo ha deciso il gip Raffaella Mascarino che ha accolto le richieste della Procura di Bergamo. L’incidente risale al 23 gennaio scorso, l’uomo era stato colpito in testa da una sbarra d’acciaio pesante 285 chili, staccatasi da un cassero che doveva essere sollevato da una gru.