LONATO – Presentazione della 55ª Fiera regionale

0

È stata presentata oggi, sabato 12 gennaio 2013, in Sala Celesti la nuova edizione della Fiera lonatese, il primo evento dell’anno nel comune e in Provincia di Brescia. E comincia proprio con la ricorrenza di Sant’Antonio abate, giovedì 17 gennaio, l’edizione numero 55 della Fiera regionale di Lonato del Garda 2013, come sempre dedicata all’agricoltura, l’artigianato e il commercio con numerosi espositori (che raggiungeranno il centro dal 18 gennaio) e un’atmosfera di costante collaborazione e voglia di valorizzare la città e le sue eccellenze.

La fiera si aprirà con la Messa per il patrono celebrata in basilica la mattina del 17 gennaio alle ore 10, poi la tradizionale benedizione degli animali sul sagrato della Chiesa di S.Antonio abate alle 14.30 e il Gran Galà Show, serata di cabaret e intrattenimento dalle 21 al Teatro Italia.

Già dal 2 gennaio è attivo il circuito enogastronomico ‘Töt Porsèl’ con menu a base di carne di maiale e altre specialità lonatesi proposte dai ristoranti della città, fino a domenica 28 febbraio. Altri eventi prenderanno avvio nei prossimi giorni per arrivare al taglio del nastro ufficiale con le autorità, sabato 19 gennaio alle 10.30 su viale Roma, e alle due giornale clou della fiera.

Lonato fiera presentazione
Ferrarini, Bocchio e Leonardi alla cerimonia di presentazione

Il sindaco di Lonato del Garda Mario Bocchio a presentazione della manifestazione cittadina dichiara: “Agricoltura, artigianato, enogastronomia e commercio tornano ad animare la nostra bella piazza, le vie del centro storico, le strutture coperte e, novità 2013, il nuovo palazzetto dello sport. È in questi ampi spazi che la nostra fiera offre agli espositori l’opportunità di dimostrare la qualità dei prodotti e servizi offerti ed è qui che, con un lungo percorso creato fra gli stand, i visitatori potranno fare acquisti, ricordare le tradizioni locali e conoscere le novità dei settori presenti. Come ogni anno, la nostra città riscopre vitalità dimostrando che la Fiera regionale di Lonato rimane la più importante e seguita del nostro territorio”.

Si è completato nei giorni scorsi per l’osso dello stomaco il percorso verso la De.co. Con una deliberazione unanime, a dicembre il Consiglio comunale lonatese ha votato il completamento dell’iter per l’istituzione della Denominazione comunale d’origine per i prodotti locali come l’òs de stòmech, un salume che si produceva una volta nelle campagne di Lonato e veniva consumato nei momento di festa, direttamente nei campi, durante la trebbiatura e la vendemmia. Un osso dello stomaco “da Guinness dei primati” sarà esposto in piazza Martiri della libertà a Lonato, durante la fiera.

Secondo la tradizione, nel giorno della fiera, i contadini delle frazioni venivano in centro a portare nelle osterie il loro salame, per condividerlo in compagnia, con amici e compaesani. È questa un’usanza che Lonato del Garda non vuole dimenticare ed è l’osso dello stomaco il simbolo gastronomico della Fiera regionale 2013.

Ecco perché quattro macellai lonatesi (Savoldi Carni, Lonato Carni, Salumificio Primì e Macelleria Mister Gusto) si sono uniti e hanno preparato per l’occasione un osso dello stomaco ‘gigante’, da Guinnes dei primati: quasi 36 kg. Poiché però non esiste una vescica di maiale tanto grande, un’anziana del paese è stata incaricata di cucirne insieme due per riempire la doppia vescica con impasto e pezzi di sterno del suino. Il mega òs de stòmech verrà appeso venerdì 18 gennaio sotto il municipio e rimarrà esposto fino a sabato sera, poi cotto nella notte.

Serviranno circa otto ore per cuocere l’insaccato da quasi 36 kg e cucinare il risotto da offrire agli ospiti della fiera, durante la domenica. Il risotto con l’osso dello stomaco, novità 2013, sarà distribuito gratuitamente dagli Alpini durante la giornata, verso le 12.30 e più volte nel pomeriggio.

Per maggiori informazioni sull’evento rivolgersi all’Ufficio Fiera (tel. 030.9131456).