LUMEZZANE – Un anno di centraline sul Gobbia, è tempo di bilanci

0

Il monitoraggio del torrente Gobbia avviato a Lumezzane dai primi giorni del 2012 ha comportato l’installazione lungo il percorso del fiume, in zone sorvegliate, di 4 centraline per la misurazione in continuo (h 24) della conducibilità elettrica e della temperatura.

veramenti gobbiaQuando tali centraline rilevano dei dati anomali viene automaticamente avviato un sistema d’allarme telefonico al personale dell’ARPA che si reca tempestivamente sul territorio dove, coadiuvato da personale dell’Ufficio Ambiente e della Polizia Locale del Comune di Lumezzane, risale sino alla presunta origine dell’inquinamento.

Al fine di intensificare e potenziare i controlli sul territorio è stato formalizzato con la Comunità Montana e le Guardie Ecologiche Volontarie di Valle Trompia un’accordo teso a rendere più rapidi e precisi gli interventi di verifica ed individuazione delle fonti inquinanti. In questo progetto il Comune supporta l’ARPA con il personale dell’Ufficio Ambiente e con la polizia urbana. Fuori dagli orari lavorativi o di reperibilità le GEV della Comunità Montana potranno intervenire risalendo il torrente Gobbia e i suoi affluenti ed identificare in breve tempo il punto di emissione dell’inquinante nell’alveo.

Nel primo anno di attività sono state sei le denunce presentate alla magistratura e sono stati effettuati numerosi e frequenti controlli sul territorio in generale ed in particolare presso le aziende a rischio. Maggiori dettagli saranno trattati durante una conferenza stampa convocata per venerdì 11 gennaio alle ore 12,30 nella Sala Giunta del Municipio. All’incontro con la stampa saranno presenti il sindaco Silverio Vivenzi, l’assessore all’Ambiente Andrea Capuzzi, il rappresentante dell’Arpa Sergio Resola e l’assessore allo Sviluppo economico ambientale agricolo e del servizio di Protezione civile della Comunità montana della Valtrompi Mauro Sigurtà.