DESENZANO – L’Udc per il rinnovo politico: complimenti a Monti

0

“L’esperienza del governo Monti e la sua agenda, a futura memoria per chi guiderà il prossimo governo, mi stimolano, sulla scorta di quanto sta già avvenendo a livello nazionale, a lanciare un appello/invito a quanti a Desenzano del Garda convengono sulla necessità di rinnovare la politica ed a ritrovarsi insieme a noi dell’Udc. L’obiettivo, più che evidente – dice il segretario Udc di Desenzano, Luigi Cavalieri in una nota – é di promuovere anche qui nel basso Garda solidarietà e comunanza d’intenti attorno al nome del premier, che, in soli nove mesi, é riuscito a ridare credibilità ed affidabilità internazionale al nostro Paese. E bene ha fatto Monti a richiamare, per chi lo avesse dimenticato, quel che seppe fare Alcide De Gasperi.

Desenzano Udc
Luigi Cavalieri, Segretario Sezione Udc di Desenzano del Garda

La crisi del Pdl, col ritorno del cavaliere alla guida, dovrebbe indurre molti dei suoi sostenitori del passato a riflettere ed a valutare positivamente la costituenda coalizione di centro, che vuole essere l’autentica novità della consultazione elettorale, che a febbraio chiamerà gli italiani alle urne per eleggere il nuovo Parlamento ed i lombardi per scegliere il nuovo Consiglio regionale. Ma non solo: guardiamo positivamente agli amici del Fli di Gianfranco Fini ed altrettanto ad Italia Futura di Luca di Montezemolo ed a Fermare il declino di Oscar Giannino. Ed ancora agli aderenti di tutte quelle Associazioni che da Todi in poi hanno guardato con interesse a questa proposta politica nuova.

Ci ha fatto particolarmente piacere che il premier Monti abbia riconosciuto l’assoluta fedeltà che gli abbiamo ripetutamente dimostrato col nostro leader Pierferdinando Casini. Ed anche per questo ci sentiamo rafforzati nel credere che, proprio partendo dalla periferia, anche se, indubbiamente, Desenzano rappresenta una parte importante della nostra provincia, si possa far crescere quello che ormai non é più soltanto un progetto politico. Per tutte queste considerazioni sono a disposizione di quanti se la sentiranno di essere parte attiva e propositiva per dargli piena concretezza operativa”.