SAN PAOLO – Un seminario per i più giovani con Lil Klips, artista della BeatBox

0

BeatBox, l’arte di imitare tutti i suoni di una batteria (percussioni, piatti, ecc…) e altri strumenti con l’uso della voce. È questa pratica, che sta rendendo famoso un giovane della Bassa, precisamente di San Paolo.

Lil Klips Lil Klips, è questo il nome d’arte del giovane Isam Maarouf, nato ad Agadir nel 1993, il giovane, che vive in Italia da 10 anni, pratica questa disciplina dal 2008 e allenandosi ogni giorno, e studiando nuove tecniche, è arrivato addirittura ad aprire ad aprire alcuni grandi eventi nei locali Lombardi e alcuni live dei più famosi repper italiani, come Club Dogo, Ensi e Salmo.

La BeatBox, è un’arte sviluppatasi negli anni Ottanta (e ora in voga in tutti il mondo, con tanto di campionati italiani ed internazionali) che fa riferimento per lo più alla cultura dell’hip hop e nasce anche per creare una base ai vari freestyler in circolazione.

In cinque anni Lil Klips ha fatto grandi progressi: un video ufficiale e un cd con tredici tracce prodotto dallo studio Beat Recordz. La BeatBox, per il momento, è l’unico impegno della sua vita Lil Klips sta iniziando a farsi conoscere in molto modi: dal vivo, in facebook e su youtube. Infine, un progetto di musica anche da insegnare ai giovani appassionati che si avvicinano alla BeatBox con la testa, il talento, la determinazione e in cerca di divertimento. È per questo che Lil Klips sarà per due settimane – dal 23 al 30 gennaio e dal 6 al 13 febbraio – alla Piastra Pendolina, in via Ragazzi del ’99 in città, per tenere un corso e un seminario a chi vorrà imparare le basi, affinare le conoscenze e creare nuovi contatti per una BeatBox bresciana sempre più all’avanguardia e di successo.