BASSA BS – Furto e ricettazione, fermati camionisti “furbi”

0

Ghedi e Montichiari sono i due paesi della Bassa nei cui magazzini veniva stoccata la refurtiva di prodotti alimentari di lusso rubata dai container.

prodotti alimentari sequestratiAlcuni autotrasportatori “infedeli” alleggerivano i container dei prodotti che avrebbero dovuto trasportare al porto di La Spezia, prima tappa del viaggio verso i mercati internazionali. Questa rete di commercio illegale, aveva solide basi logistiche nella Bassa. Fra le sei persone rinviate a giudizio a vario titolo per furto e ricettazione figurano infatti due bresciani: un 46enne di Montichiari e un 38enne di Calvisano. Imputati anche tre camionisti residenti nella provincia spezzina e un foggiano.

L’indagine, coordinata dal pm Claudia Merlino,  ha portato al sequestro di merce per il valore di 20mila euro nei magazzini di Ghedi e Montichiari. Si tratta  per lo più forme di Parmigiano Reggiano, vini e salumi pregiati. Le indagini sono partite da una prima denuncia di furto presentata da un importante caseificio emiliano che a novembre aveva «perso» per strada un container di formaggi destinato all’esportazione all’Australia e in partenza dal porto di La Spezia.

In quel caso, l’organizzazione criminale aveva provveduto a svuotare il container che era stato poi regolarmente recapitato «vuoto» a La Spezia. La sottrazione della merce veniva accertata proprio allo scalo marittimo spezzino prima dell’esportazione tramite i controlli effettuati dall’ufficio antifrode della Dogana e dei monopoli. Numerosi, sono gli episodi simili a questo. Infatti,  le società proprietarie dei beni rubati hanno subìto pesanti danni economici,  per una cifra di oltre un milione di euro.