GARDA – 188 nuovi posti barca tra il Porto Nuovo e il Vecchio

0

A due anni dal bando, l’ufficio del Demanio Lacuale ha completato le assegnazioni per i natanti: in modo particolare sono 50 i nuovi posti barca individuati nella parte nuova del porto, mentre sono 138 quelli individuati nella parte vecchia, che di recente è stata anche pulita e tinteggiata.

“Finalmente abbiamo concluso l’assegnazione dei posti barca, che sono 50 nel Porto Nuovo e 138 nel Porto Vecchio: essi sono stati concessi secondo moduli che rispecchiano la lunghezza e la larghezza delle imbarcazioni ormeggiate – ha detto l’assessore alla Portualità Clemente Ferri –. Il Porto Vecchio ospita 28 imbarcazioni di pescatori professionisti, una decina di barche dei noleggiatori e quindi motoscafi e altri piccoli natanti. Al Porto Nuovo sono invece ormeggiate barche a vela e motoscafi”.

La durata della concessione è di 6 anni ed è rinnovabile alla scadenza del termine se il richiedente risulta essere in possesso della licenza per la pesca professionale. Il rinnovo può essere chiesto una sola volta dalle ditte che esercitano attività di noleggio pubblico non di linea; la concessione non è invece rinnovabile per tutti gli altri diportisti, residenti e non residenti.

Garda posti barca
Il nuovo look del Porto Vecchio, dove sorgeranno nuovi posti barca

“Tutti questi posti sono stati assegnati secondo l’ordine della graduatoria, stilata dall’ufficio Demanio Lacuale, dopo il bando del 2010 che, come prevede la legge, ne stilerà una nuova sulla base del successivo bando che sarà nel 2016, che andrà ad assegnare gli eventuali posti che nel frattempo si libereranno – ha aggiunto l’assessore –. A tutti quanti vogliano avere maggior certezza del posto barca, conviene partecipare a questi bandi per essere di volta in volta inseriti nella successiva graduatoria che porterà ad eventuale assegnazioni di una nuova concessione, a sua volta valida per sei anni. Siamo lieti di aver finalmente concluso questa operazione, che è durata due anni perché si è agito nel massimo rispetto della normativa vigente, che richiede particolari cautele e controlli approfonditi dei requisiti dei richiedenti”.

Nel frattempo il Porto Vecchio si è rifatto il look. “Da qualche anno aveva bisogno di un intervento di manutenzione – ha spiegato Ferri –. Abbiamo quindi sabbiato tutti i marmi del molo e ridipinto i muri di un intenso rosa antico. Inoltre abbiamo istallato un nuovo safe washer, un estintore di sicurezza, antincendio, che va ad integrare gli altri due che già esistevano sulla banchina del pontile galleggiante”.

Soddisfatto, il sindaco Antonio Pasotti ha aggiunto: “Al Porto Nuovo, invece, le novità arriveranno tra qualche mese. Prima di Capodanno installeremo dieci nuovi pennoni sui cui, in primavera, isseremo le bandiere delle nove contrade di Garda, che daranno il benvenuto a chi entrerà dal lago. Ciascuna vessillo porterà i colori e il pesce simbolo di ogni contrada e ad essi sarà aggiunto lo stendardo più grande, con lo stemma del Comune”.