APRICA – “Dai un nome alla via”, i premiati con l’alpinista Marco Confortola

0

S’intitolava “Un ottomila per l’amico SIC” (dedicato al pilota scomparso Marco Simoncelli) la serata del Cai Aprica della quale è stato protagonista l’alpinista di Valfurva Marco Confortola. In primo piano anche i dieci ragazzi, tra scolaretti e studenti, che hanno vinto il concorso “Dai un nome alla via”, bandito circa tre mesi fa durante l’inaugurazione della palestra d’arrampicata Castéi.

Confortola e ragazziConfortola ha anche firmato dediche per gli acquirenti del suo libro “Ricominciare all’aiutare i ragazzi a mettersi l’imbrago” (questo il premio per tutti i vincitori del concorso) e, infine, a intrattenere l’auditorium della sala congressi di Aprica. Con felpa dedicata al compianto Sic n. 58, Confortola ha parlato del suo rapporto con il pilota romagnolo campione di motociclismo scomparso nell’ottobre 2011 con il quale fece alcune esperienze sportive: cavalcare da parte sua “il motore”, di cui è appassionato, in compagnia di Marco Simoncelli e arrampicare e sciare da parte dell’altro sotto la sua guida.

Dopodiché, rivolto ai giovanissimi, si è esibito in veste di pedagogo, recitando il suo personale decalogo, fatto però solo di tre comandamenti: ubbidire, studiare e fare sport. Infine sono stati proiettati i video delle sue imprese, che poi ha commentato rispondendo alle domande del pubblico. Il sindaco Carla Cioccarelli, chiamata dal presidente della sezione Cai di Aprica Marco Negri, aveva in precedenza salutato e ringraziato Confortola, il pubblico e le compagnie (associazioni) di volontariato “senza le quali Aprica non potrebbe fare tutto quanto fa per il turismo e i turisti, oltre che per i propri cittadini, specie i più giovani”.

La Cioccarelli ha anche ricordato le difficoltà politiche del momento, bersagliando una volta di più il famigerato Patto governativo di stabilità. Invitati sul proscenio, i rappresentanti dei sodalizi fautori della palestra e delle attività legate, cioè Simone Mazzola della Compagnia del Martello, il Cai Aprica, il locale Soccorso Alpino col presidente Stefano Negri, lo sponsor Arianna Balgera e il parroco don Augusto Azzalini, in gioventù appassionato alpinista, hanno premiato i giovanissimi. Ha partecipato direttamente alla cerimonia anche il vicesindaco Bruno Corvi.

I nomi prescelti per le vie sono i seguenti:

Via n. 1, diff. 5a, Marcello Street (Alessandro Corvi, II media)
Via n. 2, diff. 5a, Sóta ‘l böcc dal mat (Stefano Rossetti, III media)
Via n. 3, diff. 4c, Ful-via (Simone Galvan, I media)
Via n. 4, diff. 4b, Via dei gradini (Sebastiano Della Moretta, II media)
Via n. 5, diff. 4b, Colorado (Benedetta Corvi, V elementare)
Via n. 6, diff. 5a, Gold spider (Omar Sciarmella, I media)
Via n. 7, diff. 5a, Bunài (Kevin Stampa, V elementare)
Via n. 8, diff. 5b, Spingi e vai (Teresa Della Moretta, I media)
Via n. 9, diff. 5a, Insetticida (Nicolas Togni, I media)
Via n. 10, diff. 4b, Puffi (Mattia Delbono, I media)