ISEO – Patto per la sicurezza del lago: a gennaio le decisioni

0

Peppino Ribola, presidente della Comunità montana del Sebino ha deciso di interrogare i cittadini con un questionario, una serie di domande in merito alla sicurezza del proprio paese, strategie e azioni da intraprendere per migliorare la sicurezza del Sebino.
Tra le domande risaltano quelle in merito ai sistemi di videosorveglianza, all’illuminazione, il pattugliamento delle forze dell’ordine e il ripristino della motovedetta dei carabinieri.

iseo1Queste domande sono legate al “Patto per la sicurezza del lago d’Iseo”, un progetto voluto e promosso dalla Comunità montana del Sebino.
Una prima stesura del progetto dovrebbe verificarsi a breve, in seguito, il 16 gennaio 2013, potrà essere discusso ad un tavolo.
In merito a questo progetto, Ribola,  ha scritto in questi giorni ai sindaci bresciani del lago, compresi quelli di Sale Marasino e Zone, che non hanno sottoscritto il protocollo, è necessario, secondo il presidente della Comunità Montana, che tutti i comuni del Sebino, condividano il patto per avere un territorio unito nell’ambito della sicurezza, senza lasciare scoperte parti di territorio.

Le risposte alla lettera inviata da Ribola giungeranno in Comunità Montana entro il 10 gennaio, nel frattempo si attende l’esito della vicenda.

Il Patto, è stato firmato dai sindaci della sponda bresciana del lago, eccetto quelli di Sale Marasino e Zone, dal prefetto Narcisa Brassesco Pace, dai responsabili delle forze dell’ordine, dalla Provincia e dalla Regione.